Tasi 2014, quando si paga? È questa la domanda che alberga già a pochi giorni dal rientro delle vacanze nella mente dei contribuenti che a settembre dovranno fare i conti con nuove scadenze fiscali. Tra tutte spicca la discussa Tasi, la cui scadenza è ormai prossima: ecco chi la paga e quando.

Tasi 2014, chi paga?

Per chi non sapesse cos'è o abbia un vuoto di memoria post-vacanze, la Tasi è l'imposta che per molti aspetti ha sostituito la vecchia IMU sugli immobili. Nella fattispecie, si tratta della tassa sui servizi indivisibili i cui introiti sono destinati a finanziare le opere pubbliche comunali: strade, lavori di illuminazione, servizi e quant'altro.

Chi deve pagare la Tasi 2014? Com'è facile immaginare, a dover pagare la nuova Tasi saranno i proprietari degli immobili di prime e seconde case, secondo le modalità previste dai rispettivi comuni. C'è di più: tra chi deve pagare la Tasi 2014 è necessario talvolta annoverare anche i meri detentori degli immobili, ovvero affittuari e comodatari che, a seconda delle disposizioni comunali, potranno contribuire in misura maggiore o minore all'esborso.

Tasi 2014, quanto si paga?

Annosa è la questione dell'ammontare, ossia di quanto si paga con la Tasi 2014. Il costo per il contribuente è variabile, sia in relazione all'immobile in questione, sia in relazione a quanto stabilito dai comuni che hanno la facoltà fissare le aliquote per il calcolo ed eventuali detrazioni. Per avere un'idea di quanto si dovrà pagare con la Tasi è necessario conoscere innanzitutto le aliquote (i comuni che non le hanno fissate per la prima rata dovranno rispettare la scadenza del 10 settembre) e le rendite catastali degli immobili prima di poter procedere al calcolo.

I migliori video del giorno

Scadenza Tasi 2014, quando si paga?

Per quel che riguarda la scadenza della Tasi 2014 e sapere quando pagare, anche in questo caso le disposizioni sono variabili. In molti comuni è già stata versata la prima rata nello scorso giugno, mentre i restanti che non hanno rispettato la scadenza Tasi 2014 per la delibera delle aliquote vedranno il pagamento slittare ad ottobre. Nello specifico, la scadenza Tasi 2014 è fissata al 16, ma solo a condizione che il rispettivo comune abbia deliberato entro il prossimo 10 settembre. In caso contrario, la Tasi 2014 si pagherà in un'unica soluzione con l'aliquota base dell'1 per mille.

Tra le grandi città, sottolineiamo che si troveranno in tale situazione Roma, Milano, Napoli, Torino, Genova, Bologna, Firenze, e Bari. Per chi invece ha già pagato l'acconto, la scadenza Tasi 2014 della seconda rata è fissata al 16 dicembre.