Il premier Matteo Renziha preannunciato che con il nuovo anno si tornerà ad una tassa unica sugli immobili. Local tax, così si chiamerà la nuova imposta sulla casa e sarà meno complicata di tutte quelle che l'hanno preceduta. Tassa non da incubo, tanto da togliere il sonno alla stragrande maggioranza dei contribuenti. La certezza al momento è che entro il 16 dicembre c'è da metter mano al portafogli. C'è da pagare la tassa sui servizi, (#Tasi)per la prima volta in oltre 600 comuni, mentre per tutti gli altri la seconda rata a saldo, che sarà identica alla prima rata pagata a ottobre. Stessa data anche per pagare il saldo dell'Imu.

Esistono delle categorie esentate?

Ricordiamo che vi sono delle deroghe, con esenzione del pagamento dell'imposta, per alcune categorie. Ecco quali:



  • le abitazioni degli anziani in casa di cura;

  • le abitazioni dei residenti all'estero;

  • le abitazioni date in uso ai figli o ai genitori, con rendita catastale bassa;

  • le abitazioni date in uso ai figli o ai genitori, con Isee che non supera i 15.000 euro.



Come si regolano proprietari ed inquilini?

Per la Tasi sia i proprietari sia gliinquilini sono obbligati a pagare, seppur con un'aliquota distinta, ovviamente maggioritaria per il proprietario. Le norme che regolano tale distinzione precisano anche che se l'inquilinonon paga, o il proprietario si rifiuta di assolvere alla propria parte,il comune non potrà in ogni caso rivalersi né sul proprietario, nèsull'inquilino, per la parte di competenza di ciascuno.

Scadenza 16 dicembre solo IMU e TASI?

Poichè la data del 16 dicembre non è esclusiva per ciò che attiene il pagamento della Tasi e dell'Imu, ma nella stessa giornata, si concentrano anche altre inombenze, pensiamo di farvi cosa gradita, farne un promemoria.

Ovviamente la sintesi che vi proponiamo vale sia per i le persone fisiche sia per i soggetti giuridici (aziende, studi professionali, coloro che hanno partita IVA).

  • pagamento Tasi ed Imu;

  • versamento IRPEF di dipendenti e collaboratori;

  • versamento contributi previdenziali e assistenziali;

  • versamento IVA mese di novembre per i contribuenti mensili;

  • versamento acconto imposta sostitutiva su redditi;

  • comunicazione all'Agenzia delle Entrate dei dati Iva contenuti nelle Dichiarazioni di Intento.





#Governo