La scadenza del saldo Tasi 2014 a Roma, Milano e Torino, come nel resto delle grandi città italiane è la stessa: il 16 dicembre. Pochi giorni dunque sono rimasti per effettuare il calcolo #Tasi 2014 con aliquote e detrazioni per il pagamento con F24 dell'imposta sui servizi indivisibili. Chiarito quando si paga la Tasi 2014, è fondamentale sapere quanto, attraverso il calcolo che ciascun contribuente è chiamato ad eseguire. A Roma, Milano, Torino e in tutte le città italiane, la procedura è la medesima e le differenze sono relative solamente a detrazioni e aliquote Tasi 2014, diverse di comune in comune. A proposito di come pagare la Tasi, il modello F24 è il modello necessario per effettuare il versamento entro la scadenza, su cui dev'essere riportato il codice tributo appropriato in base alla tipologia dell'immobile.

Le aliquote e le detrazioni per il calcolo Tasi 2014 a Roma, Milano e Torino sono le seguenti:

Aliquote e detrazioni Tasi Milano 2014 prima casa

Chi paga? La Tasi a Milano è dovuta dal possessore di abitazioni principali (comprese relative pertinenze) fabbricati, aree fabbricabili e inquilini in affitto, i quali dovranno contribuire in quota del 10 per cento dell'importo dovuto per l'immobile occupato.

  • 2,5 per mille prima casa

  • 0,8 per mille prima casa categorie (A1, A8 e A9).

Detrazioni Tasi Milano 2014

Il modello milanese, relativamente alle detrazioni fiscali, propone un sistema che incrocia la rendita catastale con il reddito annuo, secondo il seguente schema.

  • 115 euro <- rendita catastale fino a 300 euro

  • 112 euro <- rendita catastale fino a 350,99 euro

detrazioni per redditi inferiori a 21.000 euro

  • 99 euro <- rendita catastale fino a 400,99 euro

  • 87 euro <- rendita catastale fino a 450,99

  • 74 euro <- rendita catastale fino a 500,99

  • 61 euro <- rendita catastale fino a 550,99 euro

  • 49 euro <- rendita catastale fino a 600,99 euro

  • 24 euro <- rendita catastale fino a 70 euro

  • 20 per ogni figlio under 26 dimorante e residente nell'immobile (max 3).

Aliquote e detrazioni Tasi Roma 2014 prime e seconde case

Tra chi paga la tassa sui servizi a Roma invece, ci sono, oltre agli inquilini (che in questo caso verseranno una quota del 30% dell'importo rispetto al proprietario) anche i proprietari di seconde e terze case.

I migliori video del giorno

  • 2,5 per mille prime case

  • 1 per mille prime case A1, A8 e A9

  • 0,8 per mille altri immobili.

Detrazioni Tasi Roma 2014

Le detrazioni previste nella capitale sono relative alla rendita catastale dell'immobile per cui si paga la tasi e sono rispettivamente di 110 euro per gli immobili con rendita fino a 450 euro, 60 euro per le rendite entro i 650 euro e di 30 euro per gli immobili con valore catastale fino a 1.500 euro.

Aliquote e detrazioni Tasi 2014 Torino

A Torino l'aliquota Tasi è fissata al 3,3 per mille per le abitazioni principali A2,A3,A4,A5,A6,A7. Per gli altri immobili, il pagamento dell'imposta non sarà dovuto. Per quel che riguarda il discorso delle detrazioni, sono previsti sgravi di 110 euro per gli immobili con rendita catastale fino a 700 euro e di 30 euro per figli under 26 domiciliati e residenti nell'immobile

Calcolo Tasi 2014 Milano, Torino e Roma

Per effettuare il calcolo Tasi 2014 e sapere quanto pagare a Milano, Torino e Roma entro la scadenza, la procedura è identica e se non si conosce cosa sono la base imponibile e la rendita catastale, l'operazione è in realtà molto semplice e può essere svolta da chiunque attenendosi alle seguenti istruzioni:

  • Rivalutare la rendita catastale (consultabile sul sito dell'Agenzia delle Entrate) al 5% (es. rendita=400 euro x 1,05= 420 euro rendita rivalutata)

  • Moltiplicare per il coefficiente di 160 per le abitazioni civili: 420 x 160= 67200

  • Moltiplicare l'importo per l'aliquota comunale (es 3,3 per mille): 67200 x 0,0033= 221,76

  • Applicare le detrazioni comunali previste

  • Dividere per 2 per ottenere l'importo del saldo Tasi 2014.