Gennaio è un mese con diverse scadenze fiscali. Tra le varie tasse da pagare c'è il pagamento del Bollo auto e del Canone Rai.

Bollo Auto

Quest'imposta aumenterà quest'anno di circa il 12 percento rispetto all'importo pagato l'anno scorso. Inoltre saranno attuate delle esenzioni a seconda del tipo di veicolo, alle regioni di residenza e alle persone che appartengono ad una determinata categoria protetta. La prima considerazione da fare è che i veicoli elettrici, per i primi cinque anni, non saranno assoggettati al pagamento del bollo auto. Passato questo periodo l'importo da pagare sarà un quarto del costo del bollo auto previsto. Una specifica da fare però è per le moto ed i ciclomotori elettrici; dopo i primi cinque anni, durante i quali non si pagherà il bollo, successivamente si dovrà pagare l'importo per intero senza riduzioni.

Per i veicoli GPL e a metano si dovrà versare il 25 percento dell'importo del bollo; la cosa importante è che il veicolo sia in regola con le norme CEE per quanto riguarda le emissioni inquinanti. Le automobili ibride non saranno soggette ad alcun pagamento per tre anni dal momento dell'immatricolazione ma solamente in alcune regioni: Campania, Lazio, Veneto, Puglia e Lombardia. Per i veicoli storici, quelli con più di 30 anni di età, non è dovuto alcun pagamento a patto che essi non vengano utilizzati. Per i veicoli storici con meno di 30 anni, l'importo da pagare sarà di 28,40 euro; per le moto storiche, invece, l'importo si riduce a 11,36 euro. I veicoli per i disabili non sono assoggettati ad alcun pagamento. Questa esenzione è valida per le auto con cilindrata fino a 2000 cc, per la benzina, e 2800 cc, per il diesel.

I migliori video del giorno

Il veicolo però dovrà essere guidato dall'invalido stesso oppure da un'altro guidatore che trasporti l'invalido. Il costo del bollo auto viene calcolato con una semplice moltimoltiplicazione: il valore del kw o Cv del veicolo per una tariffa prestabilita. Si può anche visitare il sito internet dell'Aci e, compilando un'apposita tabella, potremo conoscere l'importo da pagare.

Canone RAI

L'importo del canone Rai, per il 2015, rimane invariato. Infatti per non incorrere in sanzioni si dovrà pagare una cifra di 113,50 euro entro il 31 gennaio 2015. È possibile anche pagare in due rate di uguale importo (57, 92 euro) con scadenza 31 gennaio e 31 luglio 2015. Un'altra opportunità è quella di pagare in quattro rate trimestrali di uguale importo (30,16 euro) con scadenza 31 gennaio, 30 aprile, 30 luglio e 31 ottobre. Il pagamento di questa imposta può essere effettuato con bollettino postale oppure nelle tabaccherie abilitate. Anche in questo caso sono previste delle esenzioni.

Non dovranno pagare i militari delle Forze Armate e quelli della Nato di stanza in Italia per tutti gli apparecchi ubicati nelle caserme e negli enti militari; non pagheranno neanche i venditori di apparecchi televisivi limitatamente alle aattività commerciali. Sono, infine, esentati gli anziani oltre i 75 anni con un reddito familiare non superiore a 6713,98.