E' ormai ufficialmente partito il conto alla rovescia in vista della scadenza per la presentazione del modello 730 precompilato 2015 che oltre 20 milioni di contribuenti dovranno inviare entro un mese all'#agenzia delle entrate. Il modello interessa lavoratori dipendenti, pensionati e in generale tutti i lavoratori che hanno ricevuto la Certificazione Unica 2015 e integra ogni fattispecie di reddito maturata nel corso dell'anno 2014. Il modello 730 precompilato 2015 interessa anche i contribuenti che abbiano con se la CU 2015 e che per l'anno 2013 hanno presentato il modello Unico Persone fisiche 2014. Il nuovo 730 precompilato rappresenta una delle più importanti novità dell'anno fiscale, ecco che l'Agenzia dell'Entrate ha deciso di predisporre un apposito file pdf contenente tutte le istruzioni del caso: il documento si compone di 99 pagine e risulta diviso in quattro sotto-sezioni, 'Introduzione', 'Aspetti Generali', 'Guida alla Compilazione della dichiarazione' e 'Appendice'.

La sezione più caratterizzante è certamente la terza e non a caso rappresenta la porzione più corposa delle quattro (va da pagina 14 a pagina 69). E' possibile effettuare il download della guida direttamente dal sito Web dell'Agenzia delle Entrate.

Modello 730 precompilato 2015, ecco come si presenta all'Agenzia delle Entrate

Tra i tanti temi connaturati al modello 730 precompilato 2015 vorremmo affrontare quello attinente alla presentazione, che può essere diretta e indiretta, cioè effettuata tramite altri soggetti o enti che fungano da intermediario. Partendo dalla presentazione diretta, il contribuente può servirsi del portale Web dell'Agenzia delle Entrate, verificare la correttezza dei dati indicati e scegliere se destinare l',8, il 5 o il 2 per mille dell'IRPEF. Se la dichiarazione risulta corretta il contribuente potrà accettarla senza dover effettuare modifiche, se si rendono invece necessarie integrazioni o altre operazioni il cittadino di turno dovrà farlo presente. A quel punto gli sarà destinato un nuovo modello 730 2015: una volta inviatolo, il sistema informatico dell'Agenzia delle Entrate rilascerà regolare ricevuta (si consiglia di tenerne una copia salvata sul pc). Il modello 730 precompilato 2015 può essere presentato anche in forma indiretta servendosi del sostituto d'imposta (datore di lavoro o ente previdenziale), di un CAF o di un professionista abilitato: qualunque sia il soggetto o ente prescelto, si renderà necessario fornire un'apposita delega di acceso al proprio modello, dopo di che sarà il proprio intermediario a sbrigare la pratica. Proprio i CAF hanno parecchio criticato l'innovazione introdotta dall'amministrazione finanziaria dato che il particolare della pre-compilazione automatica spingerà parecchi potenziali clienti a non servirsi dei loro sportelli. L'idea di fondo è quella di rendere la presentazione del modello il meno traumatica possibile, evitando alcuni dei tanti passaggi burocratici che ad oggi costituiscono uno dei fattori di inefficienza del nostro sistema tributario.



#Dichiarazione dei redditi