Quest'anno è possibile presentare il modello 730 precompilato on line, propagandato dal governo Renzi come una dichiarazione molto semplice da fare e, quindi, alla portata di tutti, tramite il sito agenziaentrate.gov.it. I sindacati, all'unisono, così come riportato su diverse testate giornalistiche on line, non sono affatto convinti che sia davvero semplice compilare il nuovo modello sul web: 'Il governo Renzi ha cercato di mettere a disposizione dei contribuenti la dichiarazione dei redditi già precompilata. Siamo molto lontani da quel sistema che dovrebbe semplificare la vita a chi ha intenzione di presentare il #modello 730'.

Per la compilazione del modello 730 precompilato è necessario richiedere un Pin

I sindacati sottolineano che la campagna mediatica da parte delle istituzioni crea un forte fastidio a tutti quei cittadini, nel momento in cui risulta evidente che non è affatto vero il messaggio di semplificazione che viene diffuso.

Per prima cosa, la dichiarazione deve essere gestita su internet; per questo motivo, non è alla portata di tutti. Anche perché è necessario richiedere un Pin e fare, successivamente, una procedura di verifica. 'Un'altra questione negativa', aggiungono i sindacati, 'potrebbe essere quella della delega preventiva, che i Caf dovranno richiedere ai contribuenti necessaria per l'accesso alla dichiarazione. Questa procedura sta creando molti disagi con ritardi fastidiosi'.

Più tempo necessario per il rilascio delle attestazioni Isee

Infine, da sottolineare, secondo quanto evidenziato dai sindacati, che 'il rilascio delle attestazioni Isee risulta essere più complesso rispetto a quanto avveniva prima con tempi decisamente più lunghi. Questa stagione fiscale, quindi, non ha affatto semplificato la vita dei contribuenti.

I migliori video del giorno

Una nuova occasione persa per il governo Renzi'.