Per il modello di dichiarazione dei redditi 730 2015 precompilato sono già scaduti i termini di presentazione, e di conseguenza l'agenzia delle entrate ha tracciato il bilancio per quello che è stato il primo anno di sperimentazione. L'Amministrazione finanziaria dello Stato in merito sottolinea come i numeri siano positivi se si considera che il precompilato è stato utilizzato dal 93% dei contribuenti. In totale, infatti, il Fisco ha acquisito oltre 19 milioni di modelli di dichiarazione attraverso i canali rappresentati dagli intermediari abilitati e dai Centri di assistenza fiscale (Caf), così come tanti sono stati i contribuenti che, in modalità 'fai da te', hanno trasmesso in proprio il 730/2015 precompilato attraverso i servizi telematici che sono messi a disposizione dall'Agenzia delle Entrate con accesso tramite credenziali, ovverosia con il codice Pin.

In particolare, secondo quanto riportato dal Quotidiano telematico FiscoOggi, circa 1,4 milioni di contribuenti hanno visualizzato online il modello 730 2015 precompilato e lo hanno trasmesso in completa autonomia e, quindi, senza rivolgersi ad un Caf oppure ad un intermediario. Questa per il 2015, sottolinea altresì l'Agenzia delle Entrate, è stata una novità assoluta visto che in passato i 730 potevano essere 'lavorati' e trasmessi solo avvalendosi di un professionista oppure del Caf.

Tra bilanci e sperimentazioni per l'estate 2015 non mancano comunque le proroghe dell'ultima ora come quella relativa al modello di dichiarazione 770/2015 per il quale la trasmissione, da parte dei sostituti di imposta, potrà avvenire non più entro la data di venerdì 31 luglio del 2015, ma entro la nuova scadenza del 21 settembre del 2015 in accordo con il Dpcm di proroga che è stato già firmato da Carlo Padoan, il ministro dell’Economia.

I migliori video del giorno

La proroga al 21/9/2015, in accordo con quanto riportato dalla Cgia di Mestre, vale pure per le certificazioni uniche che contengono esclusivamente redditi che non sono dichiarabili mediante il modello 730.