Mancano solamente pochissime ore prima della scadenza ufficiale della seconda rata del pagamento della Tasi 2015 e moltissimi cittadini di Milano, Roma e della maggior parte delle città italiane sono alla ricerca delle corrette informazioni per effettuare il calcolo dell'imposta in modo da stabilire precisamente quella che sarà la cifra finale da pagare all'Erario. L'imposta che grava sulla maggior parte dei cittadini del nostro paese e che ha come oggetto i servizi indivisibili garantiti dallo Stato scadrà definitivamente nella giornata di mercoledì 16 dicembre 2015, giornata entro la quale si sarà costretti al pagamento onde evitare l'ingresso in mora con il conseguente ricalcolo dell'imposta.

Prima di passare alle istruzioni per il calcolo è bene ricordare come le aliquote siano differenti da Comune a Comune e potranno essere ricercate tramite il sito web amministrazionicomunali.it.

Come effettuare correttamente il calcolo dell'importo Tasi 2015 a Roma, Milano e nelle altre città d'Italia?

Per effettuare nella maniera corretta l'importante calcolo della tassa Tasi 2015 sarà necessario ed obbligatorio partire dalla rendita catastale del proprio immobile che andrà dapprima rivalutata del 5 per cento (moltiplicare la cifra per 1.05) e successivamente moltiplicata per il coefficiente standard definito dalla Legge (differente in base al tipo di immobile) e per l'aliquota fissata dal Comune d'appartenenza. Una volta giunti a tale somma sarà poi necessario solamente sottrarre tutte le possibili detrazioni fiscale ed effettuare la conclusiva divisione per 2 che stabilirà l'effettivo importo della seconda rata Tasi da pagare entro il 16 dicembre 2015.

I migliori video del giorno

Nello specifico tutti i contribuenti di Roma si troveranno a dover moltiplicare per una aliquota del 2.5 per mille nel caso delle prime case, 0.8 per mille per le seconde abitazioni ed 1 per mille per tutti i fabbricati e le case "di lusso". A Milano la quota per le prime case sarà la medesima stabilita per la capitale mentre il calcolo della Tasi relativa a tutte le altre tipologie di immobile sarà accorpata direttamente a quello stabilito per l'Imu 2015.