Malgrado sia sempre più difficile trovare un lavoro nel nostro paese i contribuenti hanno comunque l'obbligo di versare le tasse allo Stato italiano tutti i mesi. Come di consueto, oggi andremo a verificare quali sono le scadenze fiscali, per febbraio 2016. Oltre a ciò, vi segnaleremo le varie dichiarazioni che i cittadini dovranno adempiere in questo mese.

Tasse: per il mese di febbraio 2016

Lunedì 1

Superbollo: coloro che possiedono un veicolo dovranno eseguire il versamento dell'addizionale fiscale alla tassa di circolazione 'c.d. Superbollo' equivalente a 20 euro per ciascun kilowatt di potenza del mezzo di trasporto che supera i 185 kw.

Successivamente i cinque, dieci e quindici anni dalla data di fabbricazione dell'autoveicolo si ridurrà ordinatamente del 60%, del 30% e del 15%. Mentre, una volta che sono trascorsi 20 anni dalla data di costruzione, la tassa non sarà più obbligatoria.

Concessioni Governative: in codesta data si dovranno pagare le tasse annue sulle Concessioni Governative.

#Iva: sia gli organismi non commerciali che i coltivatori esentati saranno costretti a versare e liquidare l'IVA attinente alle operazioni intracomunitarie, registrate nel mese antecedente.

Imposta di registro: i contribuenti saranno tenuti a pagare l'imposta di registro sui canoni di affitto registrati in data venerdì 1 gennaio 2016 oppure rifatti implicitamente con provvedimento dal 1 gennaio 2016.

Martedì 9

Imposta di bollo: i cittadini dovranno compiere il pagamento della rata dell'imposta di bollo ottemperata virtualmente sugli assegni circolari emessi in circolazione al termine del 4° trimestre dell'anno 2015.

I migliori video del giorno

Lunedì 15

Adempimenti contabili: i commercianti dovranno necessariamente effettuare la registrazione anche complessiva delle operazioni dove è stata emessa la ricevuta fiscale, eseguita nel corso del mese solare antecedente.

Martedì 16

#Canone Rai: coloro che percepiscono la pensione gli verrà trattenuta la quota del canone Rai.

IVA: le istituzioni pubbliche dovranno adempiere al pagamento e alla liquidazione dell'IVA del mese antecedente.

Imposte sostitutive: sarà doveroso attuare il pagamento dell'imposta sostitutiva esercitata su ogni plusvalenza eseguita nel secondo mese precedente.

Dichiarazioni IVA: decade il termine per notificare il Modello IVA 26.

Lunedì 29

Imposta di bollo: è necessario compiere il pagamento della 1° rata bimestrale dell'imposta di bollo assolta in maniera virtuale attinente alla dichiarazione consegnata non oltre domenica 31 gennaio 2016.

Imposta delle assicurazioni: è essenziale versare l'imposta spettante sui premi riscossi nel mese di gennaio 2016 come i potenziali conguagli dell'imposta di diritto sui premi percepiti nel mese di dicembre 2015.

IVA: non soltanto le istituzioni non commerciali ma anche gli imprenditori agricoli sgravati avranno l'obbligo di pagare e liquidare l'IVA inerente agli acquisti intracomunitari catalogati nel mese precedente.

Anche per oggi abbiamo concluso questo resoconto, malgrado ciò, vi suggeriamo di continuare a seguirci per ricevere ulteriori informazioni e aggiornamenti sul mondo del lavoro 2016, sarà opportuno cliccare il tasto 'Segui' in alto a destra vicino al nome dell'autore. #Bollo auto