Anche il mese di febbraio 2016 contiene diverse scadenze fiscali rilevanti, alcune delle quali riguardano il modello 730 precompilato per la dichiarazione dei redditi e la comunicazione Iva. Vediamo nel dettaglio quali sono gli appuntamenti che possono interessare i vari contribuenti per questo mese.

Febbraio 2016, le scadenze fiscali

Il calendario delle scadenze fiscali di febbraio 2016 inizia con una proroga. Infatti, era previsto che giorno 1 fosse l'ultimo giorno utile per l’invio dati al Sistema Tessera Sanitaria così che le informazioni possano essere inserite nel modello 730 precompilato. Ma la proroga ha spostato l'adempimento di alcuni giorni.

9 febbraio: ultimo giorno per inviare la comunicazione dati al Sistema Tessera Sanitaria. I soggetti interessati sono coloro che erogano farmaci o prestazioni sanitarie, come farmacie e medici. Per tutti i dettagli potete vedere l'articolo dedicato all'argomento.

15 febbraio: emissione delle fatture differite che si riferiscono a beni consegnati o spediti nel mese precedente, come da documenti di trasporto o altri documenti. I soggetti interessati sono quelli IVA.

16 febbraio: scadono oggi gli appuntamenti mensili con IVAIrpef. Bisogna quindi effettuare i versamenti dell'IVA di gennaio (codice 6001) e delle ritenute alla fonte a titolo d’acconto IRPEF di cui si occupano i sostituti d’imposta. È possibile anche pagare i contributi INPS che il datore di lavoro deve versare sulle retribuzioni di gennaio.

I migliori video del giorno

Entro oggi si può ancora ricorrere al ravvedimento breve per gli inadempimenti dello scorso mese. Scopri anche i dettagli dell'Irpef 2016.

25 febbraio: presentazione del modello mensile Intrastat, ovvero l'elenco riepilogativo relativo ad ogni cessione e/o acquisto e prestazione di servizi intra-comunitari. La presentazione può avvenire sia telematicamente sul sito dell'agenzia delle entrate, che telematicamente tramite il sistema telematico doganale E.D.I.

29 febbraio: chi desidera anticipare la comunicazione dati IVA annuale rispetto all’invio tramite modello UNICO di fine settembre, può farlo entro questa data. La scelta è facoltativa anche per quest'anno, mentre dal prossimo sarà obbligatoria la presentazione nel mese di febbraio. Entro oggi va consegnato il modello CU ai lavoratori.