Negli ultimi mesi si è parlato parecchio della questione legata al pagamento del Canone RAI. All'inizio si parlava di un'unica rata da 100€, poi si è deciso per una rateizzazione da 10€ sulla bolletta dell'energia elettrica. Infine, si è discusso circa i versamenti arretrati che un utente avrebbe dovuto eventualmente effettuare, decidendo di non farli rientrare nel nuovo sistema di pagamento del canone della Tv di Stato. Un argomento piuttosto spinoso, che ha suscitato l'interesse di molte persone ma anche la rabbia di altre, poiché costrette a pagare una tassa senza possibilità di poterne essere esenti. Oggi parleremo proprio di questo, ossia di come poter chiedere l'esenzione dal pagamento del #Canone Rai e con quali requisiti.

Il modulo per l'esenzione

Nelle ultime ore, l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato il modulo di presentazione della domanda di esenzione dal versamento del canone televisivo. Tutto quello che dovrete fare è andare sulla pagina ufficiale dell'Agenzia delle Entrate relativa al canone RAI, e presentare richiesta a partire dal 4 aprile 2016. Sulla pagina sarà presente un modulo di presentazione in formato PDF. Tale modello permetterà all'utente di comunicare il mancato possesso di un qualsiasi dispositivo che possa ricevere i canali della #Televisione di Stato, oppure di evidenziare la mancata coincidenza tra l'intestazione della bolletta elettrica e quella del Canone RAI. Il tutto avverrà per via telematica.

Basterà rivolgersi ad un CAF convenzionato ed inoltrare la richiesta muniti di documento d'identità e codice fiscale.

I migliori video del giorno

Avrete anche la possibilità di inviare il modulo tramite posta, all'indirizzo seguente: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino. Nel caso di invio digitale, il termine per inviare la richiesta di esenzione dal pagamento è il 30 maggio 2016, mentre nel secondo caso si anticipa al 30 aprile 2016, come specificato anche dall'agenzia fiscale. Vi ricordiamo che, tra gli apparecchi adibiti alla ricezione, sono esclusi PC, smartphone e tablet.