L'agenzia delle entrate a partire dal 15 aprile metterà a disposizione dei contribuenti il modello 730 precompilato 2016, sul sito web dedicato. Quali sono le modalità di accesso? Come si può scaricare? Ed entro quando va rinviato? A tal fine sarà utile consultare il calendario del modello 730 predisposto dall'Agenzia delle Entrate.

Come accedere al 730 precompilato 2016: accesso diretto e indiretto

Vi sono due modi per accedere al 730 precompilato 2016: l'accesso diretto e quello indiretto.

Accesso diretto: il contribuente può accedere direttamente al sito dell’Agenzia delle Entrate, inserendo le proprie credenziali Fisconline ottenute dall'Agenzia stessa, o la Carta Nazionale dei Servizi.

In alternativa è possibile accedervi anche dal sito Inps, sempre con le credenziali personali. Una volta effettuato l'accesso, il contribuente può visualizzare la Dichiarazione dei redditi, stamparla, accettarla, modificarla e integrarla e poi rinviarla all'Agenzia delle Entrate a partire dal 2 maggio (giorno 1 è domenica). Si potrà anche consultare l'elenco di chi ha accesso alla dichiarazione ed eventuali comunicazioni ricevute.

Accesso indiretto: il contribuente può accedere al modello 730 precompilato 2016 anche tramite il sostituto d’imposta, il CAF o un altro intermediario abilitato, a cui fornirà apposita delega. Chi riceve la delega dovrà presentare richiesta di accesso all'Agenzia delle Entrate inviando un file telematicamente con i nomi dei contribuenti, oppure inviando una richiesta specifica via web, mediante Entratel.

I migliori video del giorno

Quando i dati trasmessi non sono corretti, entro 5 giorni dall’invio della richiesta, il sistema fornirà un file contenente l’elenco degli errori e sarà necessario inviarne uno nuovo. I documenti saranno disponibili entro 5 giorni dalla data della richiesta fatta dopo il 15 aprile ed entro 5 giorni a contare dal 15 aprile, per le richieste pervenute prima. Scopri anche chi è esonerato dal modello 730.

Inviare il modello 730 precompilato

A partire dal 2 maggio sarà possibile l'invio del 730 precompilato o apportare le modifiche e le integrazioni. Per inviare la dichiarazione ci si può rivolgere ad un intermediario abilitato, compreso il sostituto d'imposta. In alternativa, si potrà procedere in modo diretto e versare gli importi dovuti tramite l’area autenticata del sito dell'Agenzia delle Entrate, mediante il modello F24 precompilato, addebitando il pagamento sul proprio conto corrente. In caso di rimborso, basterà indicare le coordinate bancarie o postali dove ricevere l'accredito.