L'agenzia delle entrate ha messo in moto l'intera macchina organizzativa, dotandosi di nuovi strumenti per combattere l'Evasione Fiscale. Oltre al confronto incrociato tra quanto dichiarato e quanto presente sul conto corrente del contribuente e al nuovo 730 precompilato, ecco quali sono gli aspetti fiscali a cui fare attenzione nei prossimi mesi.

Il canone RAI in bolletta

Il canone RAI si pagherà in bolletta a partire da luglio 2016. Il canone sarà diviso in rate, per un totale di 100 Euro per quest'anno, ma i cittadini potrebbero non accorgersi del pagamento, in quanto la rata è stata inserita direttamente nell'importo totale della bolletta.

Per verificare il pagamento, sarà necessario controllare i documenti relativi alla bolletta: la voce del canone RAI sarà nell'elenco, accanto a quella per i consumi. Per chi volesse richiedere l'esenzione dal canone TV, la procedura con il modello da compilare e inviare online entro il 10 maggio sarà disponibile sul sito Fiscotel, dopo essersi collegati al sito del Fisco.

La busta arancione

Sta per arrivare a sette milioni di persone la busta arancione. Si tratta di un conteggio che viene fatto dall'Inps, in collaborazione con l'Agenzia delle Entrate, in base a quanto il contribuente ha versato nel tempo. La busta arancione non comporta alcun pagamento di tasse da parte del cittadino, ma è una semplice segnalazione con l'indicazione di quando si andrà in pensione e con quale reddito mensile.

I migliori video del giorno

Gli studi di settore

Gli studi di settore non sono una novità per quanto riguarda Fisco e controlli. Nati per stanare gli evasori, gli studi di settore sono una proiezione di quanto un imprenditore dovrebbe fatturare in base alla propria attività. Se il contribuente guadagna di meno, sarà l'imprenditore a dover dimostrare di non aver fatturato tanto, presentando documentazione al Fisco.

Altra novità dell'Agenzia delle entrate è l'accertamento fiscale sui conti correnti e i controlli incrociati. Gli accertamenti verranno effettuati direttamente attraverso il sistema bancario e, dopo una prima valutazione, il contribuente dovrà pagare le tasse evase con un piano di ammortamento in rate, con gli interessi da calcolare caso per caso.

Fisco Amico!

Infine, la campagna promozionale "Fisco Amico" sta informando in queste ore i cittadini sui modelli precompilati, i termini di scadenza delle dichiarazioni e le novità introdotte dal sistema (anche per quanto riguarda l'INPS). Il Fisco ora viaggia sempre di più online e i dati telematici consentiranno di capire subito la situazione di un contribuente onesto, per calcolare immediatamente le tasse.