Il 16 giugno, definito anche il Tax Day, è uno dei giorni dell'anno che i contribuenti odiano: l'agenzia delle entrate ha concentrato in questa giornata diverse scadenze fiscali che comportano un enorme movimento di denaro dalle tasche dei contribuenti alle casse del Fisco. Giovedì 16 giugno 2016 vanno in scadenza: Imu, Tasi, Irpef, Ires, Iva, Tari, cedolare sugli affitti, Ivafe, Ivie, Tobin tax e studi di settore. Vediamole tutte nel dettaglio.

16 giugno 2016: le scadenze fiscali 

Quanto incasserà lo Stato dal pagamento delle scadenze fiscali del 16 giugno 2016? Secondo la Cgia di Mestre la cifra si aggira intorno ai 51,6 miliardi di euro, che sebbene possa sembrare alta, è comunque inferiore a quella dell'anno passato.

Ecco tutte le tasse da pagare:

  • imu e Tasi: va versato l'acconto per l'anno 2016; le abitazioni principali saranno esentate da entrambe le tasse, con un risparmio medio a famiglia di circa duecento euro.

  • Tari: la tassa sui rifiuti può essere pagata in un'unica soluzione entro il 16 giugno, altrimenti si può usufruire della rateizzazione del Comune di appartenenza.

  • Irpef: versamento della prima rata di Irpef come acconto 2016 e saldo del 2015, come da dichiarazione dei redditi. Si versano anche le addizionali comunali (saldo 2015 e acconto 2016) e regionali.

  • Tassazione separata Irpef: versamento acconto del 20% dell'imposta per i redditi soggetti a tassazione separata.

  • Studi di settore: pagamento dell'irpef risultante da maggiori compensi.

  • Iva: versamento iva mensile del mese di maggio, adeguamento studi di settore, quarta rata Iva annuale con la maggiorazione dello 0,33% al mese d'interessi, saldo Iva 2015 come da dichiarazione dei redditi con maggiorazione dello 0,40% al mese o frazione di mese.

  • Ires: saldo 2015 e acconto 2016 (unica soluzione o prima rata). E' possibile posticipare al 30 giugno pagando uno 0,4% in più. Versamento anche dell'Ires risultante dagli studi di settore.

  • Irap: saldo 2015 e acconto 2016 (unica soluzione o prima rata). Versamento anche dell'Irap risultante dagli studi di settore.

  • Cedolare sugli affitti: saldo 2015 e acconto 2016 (unica soluzione o prima rata).

  • Tobin tax: pagamento dell'imposta riguardante le transazioni finanziarie (trasferimenti di proprietà di azioni o strumenti finanziari partecipativi) del mese precedente.

  • Ivie: saldo 2015 e acconto 2016 (unica soluzione o prima rata). L'imposta riguarda gli immobili all'estero.

  • Ivafe: acconto 2016 e saldo 2015  (unica soluzione o prima rata). L'imposta riguarda il valore di attività finanziarie all'estero.