Il D.L. n. 193/2016, meglio conosciuto come Decreto Fiscale ed entrato in vigore il 24 ottobre di quest’anno, ha introdotto un copioso numero di novità che andranno ad incidere fortemente, sul rapporto tra contribuenti e Fisco.

Due di queste, contenute all’interno di quello che è stato definito il “pacchetto semplificazioni fiscali”, risultano di particolare interesse: la sospensione feriale degli avvisi bonari e le nuove disposizioni in materia di tempistiche per la trasmissione telematica delle Certificazioni Uniche (abbr. CU) e modelli 730.

La sospensione per il periodo estivo

Tale novità, richiesta a gran voce già tempo addietro dall’Ordine dei Commercialisti, prevede la sospensione dei termini per la trasmissione di qualsiasi documento o informazione richiesta da parte dell’agenzia delle entrate o da altro organo impositore, nel periodo compreso tra i giorno 1 agosto e i 4 settembre di ogni anno.

Nell’ambito di tale disposizione, rientrano anche obblighi rilevanti in capo al contribuente come il pagamento di somme dovute a seguito dei controlli, sia automatizzati che formali, nonché la liquidazione delle imposte sui soggetti a tassazione separata.

Da sottolineare che tali novità non troveranno applicazione in due specifiche ipotesi: in caso di richieste inviate dagli enti impositori a seguito di ispezione e in caso di intimazioni inoltrate successivamente ad una procedura di rimborso IVA.

Termini per invio CU e 730

Buone notizie anche per sostituti d’imposta e centri di assistenza fiscale in merito alla trasmissione all’Agenzia delle Entrata delle Comunicazioni Uniche e delle dichiarazioni 730.

Per quanto riguarda le prime, infatti, il termine ultimo per l’invio all’ente impositore è stato fissato al 31 marzo, un mese in più dunque rispetto all’attuale scadenza fissata al 28 febbraio, giorno entro il quale comunque le CU dovranno essere consegnate dal datore di lavoro ai lavoratori.

I migliori video del giorno

Per le dichiarazioni 730, invece, i CAF ed i professionisti abilitati avranno tempo fino al 23 luglio, se avranno già provveduto entro il giorno 7 dello stesso mese ad inviare almeno l’80 % delle dichiarazioni, per procedere alla trasmissione telematica dei restanti modelli 730.

Tale termine ultimo (il 23 luglio) sarà valido anche per i contribuenti che decideranno di trasmettere direttamente ed in maniera autonoma la propria dichiarazione all’Agenzia delle Entrate.