Da oggi, 15 gennaio 2018, è necessario collegarsi al sito dell'Inps o recarsi presso un Centro di Assistenza Fiscale per poter presentare la nuova DSU, la Dichiarazione Sostitutiva Unica, necessaria per il rilascio del nuovo modello isee 2018. Questo perché il modello Isee ha, come noto, valore annuale. Quindi deve essere rinnovato ogni anno sia da chi effettua la richiesta di eventuali agevolazioni su determinate prestazioni sociali o detrazioni fiscali [VIDEO] ormai da tempo, ma anche da chi lo fa quest'anno per la prima volta in assoluto.

Quale procedura seguire per la richiesta

Per poter inoltrare la richiesta, come accennato, ci si può rivolgere o direttamente all'Inps, attraverso la pagina dedicata del suo sito, o attraverso un Caf abilitato.

O ancora rivolgendosi, direttamente, al proprio Comune di Residenza o all'ente che è tenuto ad erogare la prestazione di cui si ha bisogno. Per ottenere il modello Isee non è necessario effettuare alcun tipo di versamento. Esso è, infatti, completamente gratuito. I dati contenuti nella DSU, su cui si basa il modello Isee, infatti, sono, almeno in parte, già posseduti dall'amministrazione finanziaria, nello specifico l'agenzia delle entrate o dall'Inps. Il nucleo familiare a cui fare riferimento è quello esistente all'atto della richiesta. Come pure la Dichiarazione dei redditi, contenuta nel modello 730, è quella del 2017. Ovviamente, la dichiarazione dei redditi è valida anche se si è utilizzato il modello Redditi 2017. Per quanto riguarda, invece, il possesso di un eventuale patrimonio mobiliare o immobiliare si deve tenere conto della consistenza al 31 dicembre 2017.

L'Isee vale per le principali prestazioni sociali agevolate. Se è necessario richiedere una particolare prestazione non contemplata specificamente, questo sta ad indicare che sarà necessario richiederla attraverso la compilazione di un particolare modello appositamente dedicato alla stessa. A titolo di esempio, possiamo citare gli Isee specifici per l'iscrizione all'Università o per determinate prestazioni socio sanitarie.

In caso di perdita del lavoro

Come accennato, il modello Isee ha valore annuale. Ma se, nel corso dell'anno, il beneficiario perde la propria occupazione ha la possibilità di richiedere un nuovo modello che sia conforme alla sua situazione economica e reddituale corrente. Di solito il modello Isee viene reso disponibile al richiedente entro il termine di 15 giorni dall'effettuazione della richiesta. Se, però, i termini per ottenere una determinata agevolazione stanno per scadere la legge consente al richiedente di presentare la richiesta della prestazione agevolata unitamente alla ricevuta della presentazione della DSU.

Chi richiede l'Isee per la prima volta

Se non si è mai richiesto, fino ad oggi, il modello Isee e non si è sicuri di avere diritto o meno ad una determinata prestazione agevolata, si può utilizzare il servizio di simulazione online messo a disposizione sul sito dell'Inps. Comunque, entro quest'anno l'Inps stessa dovrebbe completare le modifiche necessarie per rendere disponibile a tutti un modello Isee precompilato simile a quanto già fatto per la dichiarazione precompilata da parte dell'agenzia delle entrate.