amazon al giorno d'oggi è un punto di riferimento per tante società e aziende che ogni giorno inseriscono i propri annunci sul portale al fine di incrementare le entrate. L'ultima novità da parte del colosso americano riguarda la volontà di comprare la Ring, una nota azienda della California che è specializzata in prodotti Smart per la casa. Si tratta dunque di prodotti legati alla tecnologia dell'Intelligenza Artificiale e cose simili. Infatti, tra i prodotti della Ring, spiccano le videocamere di sicurezza, campanelli intelligenti, e impianti d'allarme in generale.

Secondo quanto riportato dal portale Reuters, l'acquisizione di tale società prevede una spesa per Amazon pari a un miliardo di dollari e l'annuncio arriva a pochi mesi da un'altra assunzione: quella di Blink. Per la società non cambierà molto: il marchio e l'identità resteranno quelle attuali, come è già accaduto con Twitch, Audible, Zappos, e viene lasciata libertà all'azienda per farla lavorare esattamente nelle stesse condizioni antecedenti l'acquisizione.

Gli obiettivi di Ring e Amazon

Da un lato, Ring, che pone come obiettivo primario quello di prevenire i reati in casa mediante l'utilizzo di dispositivi intelligenti, collaborerà con Amazon che è sempre innovativo ed è incentrato sul cliente.

Amazon, dal canto suo, prenderà una percentuale sui guadagni. In passato il colosso dell'e-commerce aveva già collaborato con Ring, fornendo il supporto per Alexa sui dispositivi intelligenti della casa produttrice californiana. Il prodotto di punta di Ring è un modello di campanello intelligente, dotato di videocamera. Essa si attiva quando qualcuno si avvicina alla porta e colui che abita in casa può interagire con il proprio Smartphone o tablet ovunque si trovi.

In questo modo, il colosso dell'imprenditore Jeff Bezos, che ha prodotto gli altoparlanti intelligenti Echo e Alexa, punta a farli diventare dei veri e propri controller per comandare tutta la casa. Amazon, dal canto suo, aveva già proposto una videocamera di sicurezza, chiamata Cloud Cam. Essa è collegata all'applicazione Amazon Key che consente ai fattorini di aprire la serratura di casa e consegnare direttamente il pacco all'interno dell'abitazione, ma ciò ha creato qualche seccatura al colosso del commercio online. Vedremo tra un po' di mesi se l'accordo porterà effettivamente dei risultati ad entrambe le società.