Whatsapp è, in assoluto, l'applicazione di messaggistica più utilizzata dagli utenti. Di conseguenza, si tratta di una delle app più scaricate sugli Smartphone dai consumatori che, in tal modo, possono usufruire delle varie funzioni [VIDEO]messe a disposizione dall'azienda. Chiamare, inviare messaggi, foto e video sono solo alcune delle caratteristiche della piattaforma gratuita.

Tuttavia c'è anche un rovescio della medaglia, con numerosi malintenzionati che, spesso, cercano di trarre in inganno gli utenti con dei messaggi bufala che rischiano di causare notevoli problemi. Scopriamo, dunque, qual è l'ultima truffa che sta circolando proprio di recente sulla piattaforma.

Prestate attenzione

Si torna, dunque, a parlare di truffe su WhatsApp. Di recente, molti utenti avevano lanciato l'allarme circa una bufala inerente un buono sconto IKEA, iniziativa smentita dall'azienda stessa. Tra le fake news più ricorrenti, invece, c'è quella che ciclicamente avvisa l'utenza di un imminente ritorno al pagamento dell'applicazione di messaggistica. L'ultima truffa, invece, sarebbe ancora più crudele, poiché si baserebbe su un messaggio di una lotteria che annuncerebbe una vincita. Ignaro del raggiro, l'utente, invogliato a cliccare sul link indicato per ricevere il premio, finirebbe nella trappola.

La notizia è stata riportata sulla pagina Facebook ufficiale del Commissariato di PSOnline-Italia. Il messaggio fa credere all'utente di WhatsApp di essere stato estratto come vincitore di una lotteria che, in realtà, non è mai esistita.

Molto spesso, cliccando sui link proposti da questi misteriosi annunci, vengono richiesti dei dati personali, come quelli bancari o relativi alla propria identità. Ricordiamo che non bisogna mai fornire informazioni di questo tipo, e che si deve sempre controllare il numero da cui viene inviato il messaggio che, nella maggior parte dei casi, proviene dall'estero.

Addio catene di Sant'Antonio

Messaggi come quello sopra citato, possono essere anche definiti catene di Sant'Antonio, perché molto spesso l'utente li inoltra ad altri suoi contatti che, a loro volta, li girano ad ulteriori nomi presenti in rubrica. Viene a formarsi, così, una catena infinita che può arrecare danni a diversi clienti, poiché nella maggior parte dei casi questi avvisi nascondono delle truffe.

Proprio per provare a contrastare questa piaga, WhatsApp ha deciso di introdurre una nuova funzione-algoritmo [VIDEO] che sarà in grado di captare quando un messaggio viene inoltrato per più di 25 volte, permettendo così di avviare degli opportuni controlli per comprendere se si tratta di spam, o meno.