E' risaputo da tempo che in un mondo in cui la tecnologia fa da padrona ci siano sempre più persone che tentino di sfruttare a pieno questa debolezza per i propri capricci e le proprie malefatte. Non mancano mai, infatti, fake news e truffe di vario tipo che sfruttano la debolezza dell'utente nell'identificare correttamente tutte le varie informazioni che riceve ogni giorno da più fonti diverse. Proprio per questo motivo si cerca di combattere questo tipo di "sfruttamento" con la buona e giusta informazione, attraverso la trasparenza e la veridicità di ciò che si dice.

Ma continuiamo a vedere in tutti questi servizi gratuiti che permettono di comunicare in maniera istantanea e gratuita, vari tentativi di truffa su più fronti, come le famosissime catene di Sant'Antonio che si diffondono a macchia d'olio tra le chat degli utenti.

Questi messaggi, anche se a volte innocui, talvolta nascondono truffe ben studiate e molto pericolose che colpiscono diversi fruitori di queste applicazioni di messaggistica ogni giorno.

Truffa, multa da 250 euro

Da giorni stanno arrivando un gran numero di lamentele da parte degli utenti, i quali dichiarano che sia ritornato un messaggio molto pericoloso. Messaggio che diffonde la notizia di un ipotetico arrivo di una multa da 250 euro che colpisce i clienti dei servizi Tim, Vodafone, 3 e Wind. Ovviamente diverse persone hanno chiesto spiegazioni per capire se tutto ciò fosse un reale pericolo o no, ed infatti è un'altra truffa ben organizzata che ha come unico obiettivo quello di sottrarre denaro a tutti quelli che, sfortunatamente, gli capitano a tiro. Non è la prima volta che questo tipo di truffa si presenta attraverso le varie app di messaggistica istantanea, pare che ciclicamente torni ad infastidire gli utenti.

Ma come funziona questa truffa?

Inizialmente si riceve il messaggio che ci avverte, per l'appunto, dell'imminente truffa da 250 euro che potrebbe colpire ognuno di noi, analizzando bene il contenuto di tale messaggio possiamo trovare un link che, dopo averlo aperto, ci porterà in un sito che ci darà l'opportunità di controllare se siamo stati colpiti o no dalla multa. Ma una volta che avremo inserito il nostro numero di telefono, attiveremo diversi abbonamenti a pagamento e, a questo punto, tutto il nostro credito residuo andrà completamente perso. Purtroppo è un pericolo reale a cui è sempre più difficile trovare una soluzione, e anche se alcune applicazione stanno tentando di raggirare questo tipo di messaggi pericolosi attraverso determinati aggiornamenti [VIDEO], molti altri servizi non offrono nessun tipo di protezione da queste pericolose truffe.

Non resta altro da fare che stare un po' più attenti e non fidarsi ciecamente di tutto ciò che ci viene inviato tramite chat.