Windows 10 era pronto a ricevere un aggiornamento importante. April Update 2018 è stato annunciato come un update che sarebbe stato percepito dall'utenza. Non si trattava della solita rivisitazione interna delle chiavi di registro o di altri file di sistema, che avrebbe migliorato la stabilità del software ma che non avrebbe fatto accorgere di nulla milioni di persone che quotidianamente usano il sistema operativo di casa Microsoft.

April Update 2018 era ed è un progetto ambizioso, attraverso cui il colosso americano conta di poter restituire tempo a tutta la sua clientela.

E non si tratta di un concetto troppo pretenzioso, tenuto conto che sembra davvero dotato di nuovi strumenti che consentono agli utenti di ottimizzare il rapporto tra il tempo e la produttività quando si è davanti al pc. L'aggiornamento, però, in alcuni casi è stato bloccato e con buona probabilità sarà solo posticipato di qualche giorno.

April 2018 Update bloccato: ecco perché

Prima di scendere nei dettagli di quanto avvenuto, occorre fare una piccola premessa. Come spesso accade è sufficiente una piccola criticità affinché una casa come Microsoft decida di rallentare i tempi e fare in modo che tutto sia fornito agli utenti alla perfezione.

E non è tutto: molto spesso se il difetto riguarda poche "macchine" la speculazione mediatica dà la percezione che, in realtà, la problematica sia destinata ad allargarsi a macchia d'olio. E sembra davvero questo il caso. April Update 2018 aveva questo nome proprio perché era stato reso disponibile lo scorso 30 aprile .Chiunque con una procedura neanche troppo laboriosa avrebbe potuto averlo subito, ma la raccomandazione neanche troppo velata era quella di attendere che fosse reso disponibile per i propri pc.

Il motivo? Poteva accadere quello che in realtà è accaduto. Il riferimento va ad una presunta incompatibilità o comunque difficoltà di coesistenza tra il nuovo aggiornamento e alcuni hardware. Non a caso Microsoft ha deciso di stoppare l'aggiornamento per alcuni computer, affinché possano essere corrette le possibili criticità. Le macchine in questione sono dei notebook e si conoscono già i modelli: Alienware 13 R3, Alienware 15 R3, Alienware 15 R4, Alienware 17 R4 e Alienware 17 R5.

Qual era l'errore?

Il problema rilevato, tra l'altro, non era neanche molto facile da stanare. A quanto pare i problemi nascevano nel momento in cui l'utente decideva di attivare la modalità di risparmio energetico. Nel momento in cui veniva presa la decisione di disattivarla accadeva che davanti agli occhi potesse palesarsi una schermata nera. Un difetto cronico che ha spinto i vertici della casa di Redmond a ritirare per il momento la distribuzione per questi dispositivi. Non risultano, invece, problemi di altro tipo con altri hardware e pertanto è abbastanza probabile che presto l'aggiornamento sarà distribuito automaticamente alla stragrande maggioranza dei computer.

April Update: le funzioni attese

Si attendono i primi feedback su come l'esperienza di Windows 10 potrà cambiare con l'ausilio di April Update 2018. Le nuove funzioni, finalizzate al risparmio di tempo, potrebbero davvero rendere migliore l'utilizzo produttivo del computer. Timely, ad esempio, è una facoltà che consentirà di fare delle ricerche di files semplicemente ricordandosi il momento in cui è stato creato o editato, estendendo il campo a tutti i dispositivi sincronizzati. Edge avrà nuove funzioni, mentre Dictation sarà un block notes 2.0 che prenderà appunti al posto degli umani ricevendo dei testi sotto dettatura.

E poi c'è Focus Assist: un servizio che, a propria discrezione, consente di bloccare tutte le possibili distrazioni: notifiche social e altri programmi per un determinato periodo di tempo. L'imperativo è ottimizzare il lavoro in un arco temporale.

Segui la nostra pagina Facebook!