Dopo TikTok, applicazione digitale che sta letteralmente spopolando tra i giovanissimi utenti della rete con miliardi di visualizzazioni giornaliere, anche Google starebbe per fuori le unghie mettendo in campo YouTube "Shorts". Si tratterebbe di una nuova sezione dedicata proprio ai video brevi, come quelli resi virali dall'app cinese.

YouTube vs TikTok: sfida tra oriente e occidente in ambito social

Secondo quanto riportano indiscrezioni e rumors, sembrerebbe trattarsi non di un'app a sé stante, bensì di un feed dedicato esclusivamente agli "short videos" ("video brevi") all'interno della stessa applicazione di YouTube con un doppio vantaggio rispetto alla concorrente orientale.

In primo luogo, l'interminabile libreria musicale, i cui diritti di riproduzione sono già detenuti da YouTube, che potrà essere utilizzata come background musicale agli "short videos" e in secondo luogo, altrettanto importante, la credibilità e la trasparenza delle quali gode YouTube.

Pare, infatti, che TikTok, negli scorsi mesi sia stata oggetto di pesanti critiche durante la sua impetuosa ascesa: polemiche che, grazie proprio alla credibilità di YouTube, non dovrebbero influenzare il social di Google. Secondo quanto riportato da The Information, YouTube Shorts dovrebbe arrivare prossimamente, entro la fine del 2020, ma non c'è ancora una data precisa.

Possibili caratteristiche e curiosità

Secondo quanto pubblicato su The Information, sembrerebbe che siano state confermate alcune righe di codice presenti all'interno dell'applicazione di YouTube nelle quali si possono trovare alcune stringhe riferite a “Shorts": in base a quanto scritto su queste stringhe, sarà possibile scegliere tre diverse velocità di riproduzione dei video: “Normale” (1X), “Veloce” (2X) e “Lenta” (0,5X).

La musica di background, come detto in precedenza, potrà essere scelta direttamente all’utente, dal sostanzioso catalogo offerto da YouTube Music, mentre non è ancora chiaro se ci sarà una durata massima di un video Short o classificazioni relative a questo tipo di contenuti: quest'ultima opzione, trasformerebbe YouTube in una "doppia app", generando molta confusione.

Scontro tra titani

Scontro tra titani, è proprio il caso dirlo, quello che YouTube potrebbe affrontare nei confronti di TikTok: "gigante social" il cui potere, a partire dal suo rilascio nel lontano 2018 quando aveva il nome di Musical.ly, sembra impossibile da contrastare. A fine 2019, infatti, è stato stimato che ad utilizzare la simpatica applicazione c'è un volume di utenti effettivi, attivi e registrati pari a un miliardo: un numero davvero impressionante di fruitori.

Segui la pagina Google
Segui
Segui la pagina Android
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!