Si parla spesso di veicoli e di acquisto di moto, ma probabilmente non avete mai sentito parlare di bici senza raggi e un particolare veramente insolito di questa bicicletta, è il fatto che si piega e si ripone nello zaino. Questa incredibile invenzione è tutta italiana e l'ideatore è l'ingegnere Gianluca Sada, il quale ha messo a punto il primo prototipo utilizzando un sistema unico nel suo genere, ma nello stesso tempo semplice e rapido, poiché in pochi secondi è possibile salire sulla bici oppure ricollocarla in uno zaino di grandezza normale.

Le ruote per merito di uno speciale design collaudato, non esigono dei raggi limitandone così l'intralcio, conservando contemporaneamente un diametro che consente di eseguire facilmente lunghi tratti di strada.

Gianluca iniziò a realizzare alcuni schemi per gioco e poi piano piano grazie agli studi di ingegneria, riuscì a capire che sarebbe bastato spostare il fulcro, modificando la parte del cerchione con una specifica conformazione. Da considerare che la struttura del telaio è a forbice e dà così la possibilità agli ingranaggi di chiudere la bicicletta in poco tempo, inoltre gli dona uno stile del tutto avveniristico.

Le prime gratificazioni per Sada, giungono nel momento in cui l'ordine degli ingegneri della città di Torino gli ha conferito il primo premio "IDEA-TO" cosicché Gianluca viene enumerato nei maggiori 200 talenti d'Italia. La bici è in alluminio ed entro la fine dell'anno 2015 si potrà acquistare. Da precisare che il suo peso sarà al di sotto dei dieci chilogrammi, un modo questo per poter viaggiare leggeri e in piena autonomia.



La storia ci narra che la prima bicicletta pieghevole risale addirittura all'anno 1878, grazie all'inglese William Grout che riuscì a realizzare una bici molto alta con dei pneumatici pieni, da tenere presente che la ruota anteriore era smontabile in ben quattro componenti radiali, che avevano la capacità di essere situati con il loro telaio reclinato in una valigia di forma triangolare. Successivamente nell'anno 1896 fu collaudato il "Faun", ovvero una bicicletta pieghevole con il telaio a diamante, fino ad ora il metodo maggiormente evoluto.

Se desiderate essere aggiornati sulle nuove scoperte 2015, dovrete cliccare il tasto "Segui" in alto a destra vicino al nome dell'autore.

Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la pagina Ambiente
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!