Lo scorso 25 dicembre 2016, la leggendaria star di 'Las Christmas', AKA George Michael, si è spenta all'età di 53 anni. Secondo le ultime indiscrezioni, l'artista lascia in eredità un patrimonio di oltre 100 milioni di sterline.

Il Re del Natale lascia in eredità un patrimonio da oltre 100 milioni di sterline.

Nel giorno di Natale, la star leggendaria di 'Last Christmas' si è spenta all'età di 53 anni; la shockante notizia della morte dell'ex-Wham!, divulgata dalle testate giornalistiche più rinomate del mondo, ha lasciato letteralmente di sasso gli amanti della Musica anni '80. A rendere pubblica la triste notizia di quanto accaduto a George Michael, è stato un comunicato-stampa divulgato dal team-management della celebre Pop-Star: ''George Michael è morto serenamente, a casa sua.'' Secondo quanto è stato affermato dalla Polizia britannica al ritrovamento del corpo senza vita, ''non vi sarebbero circostanze sospette legate alla tragica fine dell'artista.''

La leggendaria icona degli anni '80 alias George Michael è morto solo, a casa sua, nel Regno Unito: secondo quanto è stato dichiarato dal presunto 'amico intimo' della Pop-star, Fadi Fawaz, un 'celebrity hairdresser' (un parrucchiere per le celebrità) nonché 'fidanzato del cantante' (così lo definisce il 'Daily Telegraph'), ''George Michael era solo'' al momento della sua morte.

Fadi avrebbe trovato il corpo senza vita dell'artista, all'ora di pranzo, lo scorso Natale: ''Dovevamo pranzare insieme a Natale. Mi sono recato a casa sua, ma l'ho trovato che giaceva pacificamente a letto. Non sappiamo ancora cosa sia realmente accaduto. Ma George aspettava impazientemente il Natale ed io anche. Vorrei che la gente lo ricordasse per la persona meravigliosa che era.''

Una fonte-insider anonima del 'Telegraph' avrebbe rivelato che ''Ha lottato contro una crescente dipendenza dall'eroina e che è stato ricoverato in ospedale diverse volte per overdose. L'arresto cardiaco di George Michael potrebbe essere stato provocato dall'abuso di eroina, secondo quanto affermato da 'Telegraph'. La stampa inglese ha anche rivelato che George Michael non ha mai smesso di fare donazioni benefiche, spesso anonime, e ha sottolineato il ruolo positivo esercitato dall'artista per i diritti della comunità LGBT, a seguito del suo coming-out (avvenuto alla fine degli anni '90).

George Michael ha lasciato in eredità un patrimonio dal valore di oltre 100 milioni di sterline, parte del quale andrà destinata ai figli dei più cari amici del cantante, tra cui anche Bluebell, figlia di Geri Halliwell (membro delle 'Spice-Girls'). Secondo quanto è stato riportato dai media inglesi, George Michael stava considerando l'idea di pianificare una reunion degli 'Wham!' per il 2017.

Per Morgan, George Michael era il più bravo

In una recente intervista, Morgan ha dichiarato: ''Sono amareggiato e triste, è un lutto inaspettato. George Michael è morto prematuramente, mi aspettavo che producesse altre cose belle, perché era il più bravo di tutti. Ma anche sottovalutato. Gli voglio un gran bene, si merita un grande applauso; rimane uno dei più grandi cantanti soul, Michael aveva un'attitudine vocale black.

Un momento epico che immortala per sempre la sua bravura, è stata la performance al 'Tributo a Freddie Mercury':

In ricordo di un portento incredibile della Musica, quale Freddie Mercury, il palco è diventato esclusivamente di George e Mercury è scomparso. David Bowie in questo, rispetto a Michael, non ci è riuscito. Michael è stato sottovalutato per l'immagine che aveva. Negli anni '80 è nata la 'Video-music' ed io avevo 11 anni; 'i cantanti di allora erano simili ai personaggi dei fumetti'. Mi facevano tristezza i rockettari seri anni '70 che schernivano gli anni '80. Anche Michael sembrava all'apparenza il personaggio di un fumetto, ma invece dei fumetti cominciai a nutrirmi di album di Musica. Michael era un solitario, schivo e delicato.''

Segui la nostra pagina Facebook!