La seconda stagione di "Stranger Things" è uscita da pochi giorni su Netflix, ma già circolano le prime voci che vedrebbero Matt e Ross Duffer al lavoro per un seguito. In attesa della conferma ufficiale della piattaforma di streaming inerente il rinnovo della serie, i due fratelli stanno lavorando nella scrittura della sceneggiatura di un terza stagione, il cui arco narrativo riprenderà gli eventi della seconda stagione, ma con gli attori ormai nel pieno dell'adolescenza. La prima indiscrezione, infatti, sarà proprio quella della conferma dei protagonisti Mike, Undici, Dustin e Lucas, interpretati magistralmente dai giovani attori Finn Wolfhard, Millie Bobby Brown, Gaten Matarazzo e Caleb McLaughlin.

E il resto del cast che fine farà?

Al momento, l'unica certezza è quella della conferma dei quattro ragazzi con i quali verranno presto avviate le trattative per il rinnovo del contratto. Un occhio di riguardo in tal senso verrà dato alla Brown, interprete di Undici e di fatto protagonista indiscussa della serie. Sicuramente, un'altra attrice che sarebbe una grave perdita se non fosse riconfermata sarebbe Winona Ryder, interprete di Joyce Byers, ovvero la mamma di Will, capace d'immedesimarsi nella parte praticamente alla perfezione. Chi invece è in forte dubbio, per problemi personali legati all'uso di droga, è Charlie Heaton, attore ventenne che finora ha ricoperto il ruolo di Jonathan Byers, fratello maggiore di Will.

Insomma, sul cast di Stranger Things 3 ci sono ancora poche certezze.

La serie non sarà un'odissea

Indipendentemente da quelle che saranno le storie raccontate nella terza stagione, i fratelli Duffer hanno affermato che Stranger Things non diventerà una serie con infiniti universi dei quali parlare, come Star Wars ad esempio.

L'idea dei due registi della serie è quella di chiudere la storia in quattro stagioni tutte ambientate nella cittadina di Hawkins, dove il misterioso laboratorio, nel tentativo di studiare il 'Sottosopra', creerà numerosi danni. Secondo i registi, inoltre, sarebbe davvero complesso mantenere un livello alto di qualità se si andasse troppo in là con il numero di stagioni.

Nessuna quinta stagione di Stranger Things dunque?

Se dalle parole dei Duffer sembrerebbe non ci siano speranze per una stagione della serie dopo la quarta , le indiscrezioni e le speranze dei fan lasciano pensare che non è detto sia così. Il produttore esecutivo della serie Shawn Levy ha comunque lanciato parole che lasciano aperte le porte all'ipotesi di una quinta stagione dichiarando che Netflix e gli agenti degli attori vorrebbero andare oltre, anche se la cosa non sarà per niente facile. Intanto, per chi ancora non ha visto la serie, ecco il trailer della seconda stagione di Stranger Things.

Segui la pagina Serie TV
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!