La lista ormai è sempre più lunga. Ogni giorno si aggiungono nuovi nomi all’elenco di personaggi del mondo del Cinema accusati di molestie sessuali compiute in passato. Dopo gli scandali che hanno travolto Harvey Weinstein, Kevin Spacey, Dustin Hoffman e, in Italia, quello nato dall’inchiesta televisiva delle Iene con protagonista il regista Fausto Brizzi, ora è il turno di un personaggio molto popolare come sylvester stallone. Il celebre interprete di “Rocky” e “Rambo” è infatti chiamato in causa da uno scoop pubblicato dal Daily Mail che porta in luce un episodio risalente al 1986, che è stato tenuto nascosto per più di trent’anni.

L’incontro con la giovane vittima

Ma ora riaffiorano i verbali della vicenda, con la drammatica testimonianza della protagonista di questa triste storia di violenza, che all’epoca aveva solo 16 anni. Nel luglio del 1986 Stallone è a Las Vegas per girare “Over the Top”. La troupe alloggia presso l’Hotel Hilton dove si trova in vacanza anche la piccola vittima che ben presto entra in contatto con i protagonisti del film. Da qui nasce un’amicizia tra l’attore, che allora aveva quarant’anni, e la ragazzina. Una sera, secondo il racconto della giovane, i due si ritrovano nella camera del divo e consumano un rapporto consenziente. Ma la situazione presto degenera: infatti nel bagno della suite è presente una guardia del corpo, l’allora 27enne Michael De Luca, che su precisa richiesta di Sylvester si unisce alla coppia.

Quindi la giovane è obbligata ad un rapporto orale prima con lo sconosciuto e poi con l’attore, mentre il bodyguard è intento a penetrarla.

La mancata denuncia

È inutile dire che la giovane, incapace di fermare i due uomini, è sconvolta per l’accaduto. Ma, sempre secondo il suo racconto, l’incubo non finisce qui: i due le confessano di essere entrambi sposati e per questo motivo la minacciano di picchiarla se mai avesse parlato.

Ma, dopo qualche giorno, la ragazza si presenta alla polizia che redige un verbale dell’accaduto, proprio quello di cui il Daily Mail è venuto in possesso. Tuttavia in seguito decide di non sporgere denuncia per la paura e la vergogna. Il giornale britannico avrebbe anche contattato un ex responsabile dell’unità crimini sessuali della polizia di Las Vegas che ha confermato la vicenda.

Michael De Luca non può più rispondere alle accuse, essendo stato ucciso nel 2013 in uno scontro a fuoco durante un controllo. Stallone, che oggi ha 71 anni, ha lasciato intervenire la portavoce Michelle Bega: “Si tratta di una storia ridicola, completamente inventata, di cui nessuno aveva mai parlato fino ad oggi”. Tuttavia nel 1987 fu la sorellastra dell’attore Toni-Ann Filiti, scomparsa nel 2012, ad raccontare di stupri ed abusi durati per anni da parte del “Rambo” cinematografico, che ha sempre negato ogni addebito, anche se si è parlato di un risarcimento di due milioni di euro per metterla a tacere.

Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!