La dark polo gang rappresenta sicuramente uno dei fenomeni musicali più interessanti degli ultimi anni, soprattutto dal punto di vista culturale e sociologico: il giovane e controverso collettivo romano ha messo in evidenza un vero e proprio spartiacque generazionale.

Tanta musica quanta immagine

Il successo della DPG, che negli ultimi anni ha proposto uno stile estremamente distante da qualsiasi altra forma di produzione musicale italiana, è ormai un dato di fatto, tuttavia sono ancora in molti – soprattutto nelle fasce d'età più avanzate del pubblico – a non riuscire a comprendere la natura di tanto interesse da parte dei più giovani.

È un successo che passa da Spotify, ma anche e soprattutto da Instagram, quello di Tony Effe e soci: sono state fondamentali le basi trap 'aliene' di Sick Luke, ma anche e soprattutto le instagram stories di tutti i membri del collettivo, capaci di creare nel corso degli ultimi anni un linguaggio caratteristico e ben distinguibile, fatto di tromentoni, parole re-inventate, gesti e modi dire rielaborati o creati dal nulla, ormai immediatamente identificabili da parte dei seguaci del gruppo.

Di cosa tratterà la serie sulla DPG?

Probabilmente è anche per questo che la piattaforma Tim Vision ha deciso di dedicare una docu-Serie a Sick Luke, Pyrex, Wayne Santana, Tony Effe e Dark Side. Stando a quanto dichiarato nei comunicati ufficiali diffusi negli ultimi giorni, la docu-serie sulla Dark Polo Gang avrà come obiettivo quello di permettere ai più giovani di comprendere meglio il mondo DPG.

Nel corso delle puntate ci saranno degli approfondimenti sui singoli membri del gruppo, ma ci sarà anche e soprattutto la possibilità di capire e vedere il modo in cui nascono le loro tracce musicali [VIDEO]. La serie – che uscirà entro il 2018, ma non c'è ancora una data d'uscita ufficiale – è stata realizzata in collaborazione da Oplon Film e Ringo Film, la regia di ogni singolo episodio è stata affidata a Tommaso Bertani e Carlo Salsa.

La DPG varca i confini

Nel frattempo il collettivo romano – recentemente elogiato dall'illustre collega e concittadino noyz narcos, che è arrivato addirittura ad azzardare un paragone con il suo TruceKlan [VIDEO], suscitando molto clamore mediatico – continua il suo processo di internazionalizzazione. Nella notte di ieri è stato infatti pubblicato il pezzo 'Plug Walk', realizzato con la prestigiosa collaborazione del rapper americano Rich The Kid. Si tratta di un remix del brano omonimo, presente nell'ultimo disco dell'artista newyorkese classe 1992.