Da pochi giorni è nato 'Radio Italia Rap Tv', un canale televisivo la cui la programmazione è integralmente ed esclusivamente dedicata al mondo del rap italiano e dei vari sottogeneri.

Nasce Radio Italia Rap Tv: la musica sta cambiando, in tutti i sensi

L'iniziativa è figlia del rinnovato interesse per la musica rap e la cultura hip hop del gruppo 'Radio Italia', che, dopo aver inaugurato 'Radio Italia Rap', la prima stazione radiofonica interamente dedicata al mondo del rap italiano, alla fine del 2017, ha diffuso in data di ieri la notizia della nascita di questo nuovo canale televisivo, rivolto ad un pubblico giovane ma consapevole.

Quello stesso pubblico che sta permettendo ai principali attori del rap-game made in Italy, come ad esempio Fabri Fibra, Salmo, Guè Pequeno, Ghali e Sfera Ebbasta di ottenere risultati di vendite e streaming ben più significativi rispetto a quelli della maggior parte dei più blasonati colleghi del pop.

Stando a quanto riportato nel comunicato ufficiale del gruppo Radio Italia, il nuovo canale televisivo proporrà un palinsesto inclusivo del 'meglio del rap, dell'hip hop e della trap' italiana. Tutto ciò si concretizzerà proponendo in rotazione i principali videoclip ufficiali delle canzoni di quello che viene definito come un 'orizzonte musicale inedito'. In un secondo momento, sempre stando a quanto riportato dal comunicato ufficiale, Radio Italia Rap Tv – che sarà visibile in HD sul canale numero 726 di Sky, oltre che sul numero 54 di Tivù Sat – proporrà anche numerose iniziative nell'ambito degli eventi e dei concerti [VIDEO].

La cura del lato grafico del progetto è stata messa nelle mani di Sergio Pappalettera, noto direttore artistico che già in passato aveva collaborato con Radio Italia.

Rap italiano e TV

A poche ore dalla diffusione della notizia il progetto sembra aver fatto breccia nel cuore degli appassionati di rap italiano, tuttavia, nonostante i numeri di quello che è ormai di gran lunga il genere musicale di rifermento per gli under 30, è ancora azzardato fare delle previsioni sulla buona riuscita dell'iniziativa.

Il rap italiano infatti, pur continuando nel corso degli anni a crescere ed allargare il suo bacino di utenza in maniera esponenziale, ha sempre e comunque basato la sua forza propulsiva sui media alternativi (internet, social, forum on line) piuttosto che su quelli tradizionali come radio, televisione e carta stampata [VIDEO]. Emblematico in tal senso il caso di Hip Hop Tv, che dopo anni di programmazione televisiva, ha deciso di spostare il suo palinsesto solo ed esclusivamente sul web.