Pare che il lungo corteggiamento abbia dato i suoi frutti. Alla fine Claudio Baglioni avrebbe accettato di tornare al timone del Festival di Sanremo. Il cantante romano, attualmente impegnato nella preparazione del nuovo disco e del tour che lo porterà in giro per l’Italia nel prossimo autunno, aveva più volte detto di escludere un suo bis alla guida della rassegna, anche se l’inaspettato successo di critica e di pubblico dell’ultima edizione della kermesse sembrava averlo fatto tentennare. Già negli ultimi giorni dalla manifestazione il suo "no" era diventato meno deciso; così il "corteggiamento" da parte dei vertici Rai si era fatto più insistente già nella conferenza stampa di chiusura, con l’evocativa consegna a Baglioni di un mazzo di rose da parte del direttore di Rai 1 Angelo Teodoli.

È quasi fatta per Baglioni

Nelle ultime ore è arrivata la conferma che la trattativa con il cantautore sarebbe ormai a buon punto. A darne notizia è stato lo stesso direttore generale della Rai, Mario Orfeo, intervistato da Aldo Cazzullo in un incontro pubblico durante il Festival della tv e dei nuovi media di Dogliani. Il dirigente della televisione di Stato, che si è presentato sul palco con un trolley per riprendere una battuta di Fiorello sulla precarietà di chi guida l’azienda pubblica, ha infatti ricordato il successo dell’ultima edizione del festival, “la più vista degli ultimi anni”, anche perché “finalmente si è riusciti a mettere la musica al centro dello spettacolo [VIDEO], con un’offerta di alto livello, anche nelle parti dedicate all’intrattenimento”. Il dirigente si è lasciato sfuggire che ormai è quasi fatta per il sì di Baglioni: “La speranza di riaverlo sul palco dell’Ariston è ormai più di un augurio, presto comunicherò le novità al consiglio d’amministrazione della Rai”.

Nuovi conduttori sul palco dell’Ariston

Quindi Claudio Baglioni dovrebbe ripetere per il secondo anno consecutivo l’esperienza di direttore artistico del Festival, selezionando gli artisti in gara, oltre a presentare e curare la realizzazione dalla rassegna. Orfeo ha spiegato che sarà il cantante a decidere i nomi della squadra che l’accompagnerà. Di certo si sa che non rivedremo Michelle Hunziker, impegnata con Mediaset e Pierfrancesco Favino, che pochi giorni fa, durante il Bifest ha spiegato al pubblico di Bari [VIDEO] come per lui quella sia stato un momento felice, ma irripetibile, aggiungendo di sperare che qualche altro suo collega attore potesse prendere il suo posto nel 2019. L’attore si era soffermato sul ruolo – fondamentale per la riuscita dello spettacolo – di Baglioni, che da un lato concedeva carta bianca ai suoi collaboratori e dall’altro controllava minuziosamente ogni dettaglio della messa in scena. Quindi l’anno prossimo ci saranno volti nuovi ad affiancare il direttore artistico sul palco in un festival ancora tutto da costruire, ma che sicuramente sarà segnato dall’inconfondibile impronta del cantautore romano.