Il consigliere comunale della Lega, Massimiliano Galli torna nuovamente a parlare ed attaccare la cantante salentina Emma Marrone. Infatti, l'uomo che è stato espulso dal suo partito per le frasi sessiste nei confronti della cantante, non contento della bufera che aveva già creato, ha continuato a difendere la sua posizione davanti alle telecamere prima del programma di Mediaset "Le Iene" e poi anche al programma radiofonico di Cruciani, La Zanzara.

Le dichiarazioni dell'ex componente della Lega a Le Iene

Dunque, la polemica di Massimiliano Galli nei confronti della cantante pugliese continua a far discutere, in quanto da parte dell'uomo non c'è nessun intenzione di fare ammenda per ciò che ha detto e non vuole per nessuna ragione tornare indietro sui suoi passi. Infatti, il consigliere sospeso dal partito di Matteo Salvini, non ha ritrattato le sue dichiarazioni in tv, ma anzi le ha confermate e ribadite.

In particolare, intervistato da Le Iene, ha dichiarato che lui non ha intenzione di chiedere scusa ad Emma Marrone, in quanto non le ha detto di fare la mign**ta, ma le ha semplicemente detto di aprire le gambe, in quanto ha visto una foto del suo concerto in cui ha le gambe aperte e quindi dice che la pagano per tenerle aperte durante i concerti. Poi, aggiunge che dovrebbe essere la salentina a scusarsi per aver pronunciato una frase che istiga all'immigrazione clandestina.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Politica Le Iene

L'ex politico, oltre a non voler chiedere scusa, rincara sempre di più la dose affermando che pretende delle scuse dalla Marrone. Per di più non contento, rilascia dichiarazioni simili anche al programma radiofonico di Giuseppe Cruciani.

Massimiliano Galli dice la sua anche da Cruciani

Il leghista anche al programma radiofonico di Parenzo e Cruciani ha continuato a ribadire la sua tesi e ha dichiarato che non chiederà scusa, in quanto hanno di molto strumentalizzato questa cosa, perché lui apparteneva al partito della Lega.

Poi, aggiunge che se invece questa cosa l'avesse detta un componente di un partito più piccolo e meno importante, questa notizia non avrebbe smosso più di tanto l'opinione pubblica. Inoltre, Galli dice che non è stato espulso dalla Lega, ma bensì ha deciso lui spontaneamente di tirarsi fuori. Quindi, quest'uomo non solo non ha chiesto scusa a Emma, ma ha anche aggiunto ulteriori offese nei confronti della cantante.

E aggiunge che non avrebbe detto nulla di volgare a suo parere e che Emma non avrebbe pianto per colpa sua.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto