Sembra una delle vicende di cronaca che da anni racconta nella sua trasmissione pomeridiana Pomeriggio Cinque, ma la differenza è che questa volta la protagonista è lei, Barbara D'Urso. La conduttrice di origini napoletane ha infatti rivelato che da anni è perseguitata da uno stalker. Si tratterebbe di un trentaseienne catanese di nome Salvatore, contro cui la conduttrice partenopea è stata chiamata a testimoniare in aula al Tribunale di Roma, nel corso di un'udienza a porte chiuse tenutasi nella giornata di giovedì 24 giugno. Vittime delle persecuzioni non solo Barbara D'Urso, ma anche i suoi familiari, in particolare i suoi figli.

La conduttrice Barbara D'Urso vittima di uno stalker insieme ai suoi figli

Salvatore, dopo aver preso parte nel 2017 a uno dei programmi condotti da Barbara D'Urso, avrebbe iniziato a perseguitarla, fingendo di essere un suo figlio adottivo. L'uomo si è addirittura creato un profilo Instagram "Baci solari" con cui avrebbe scritto ai familiari della conduttrice dicendo di voler conoscere i suoi fratelli. Con il passare del tempo, si sarebbe spinto oltre arrivando a minacciare Barbara D'Urso e a tempestare di telefonate la redazione televisiva dei programmi da lei condotti. Si sarebbe inoltre recato sotto casa della donna.

La conduttrice in tribunale ha testimoniato contro l'imputato dichiarando nel corso dell'udienza: "Ho paura, il mio stalker è stato visto sotto casa mia, mi sono arrivate minacce con scritto 'ti taglio la testa', ho dovuto prendere una guardia del corpo".

Nuova udienza del processo fissata per il 14 ottobre

Barbara D'Urso ha dichiarato che nonostante le diffide nei confronti di Salvatore, le sue minacce sono andate avanti. Il trentaseienne avrebbe addirittura scritto dei messaggi ai figli della conduttrice, ai suoi amici e alla sorella Eleonora. In uno dei messaggi mostrati in aula, l'imputato avrebbe scritto: "Ciao fratellino, come stai?

Dì a mamma che sono tornato".

L'uomo avrebbe poi contattato il giovane chirurgo Gianmauro Berardi sul posto di lavoro, spacciandosi per suo parente.

"Sono il figlio adottivo di Barbara D’Urso, ho bisogno di parlare con mio fratello" è un altro dei messaggi messi agli atti. Il pubblico ministero Francesco Dall’Olio ha dichiarato che i comportamenti ossessivi e le insistenze dell'uomo hanno creato nella conduttrice un grave stato di ansia e timore sia per la sfera personale e professionale che per la propria incolumità. Il giudice Valerio De Gioia ha disposto la perizia psichiatrica per Salvatore e ha rinviato il processo alla prossima udienza che è stata fissata per il prossimo 14 ottobre.