Facilitare la mobilità dei cittadini e dei lavoratori con nuovi investimenti al fine di rendere il mezzo pubblico sempre più confortevole. E' con questo obiettivo che in Lombardia la Regione ha annunciato investimenti per oltre mezzo miliardo di euro al fine di rendere operativi dal mese di febbraio del 2014 ben 62 nuovi treni per il trasporto pendolare.

A darne notizia congiuntamente, nel corso di una conferenza stampa, è stato il Presidente della Regione Roberto Maroni e Maurizio Del Tenno, l'assessore alle Infrastrutture ed alla Mobilità. Inoltre, in futuro il trasporto locale, anche per quel che riguarda le tariffe, sarà sempre più integrato sul territorio lombardo grazie ad un progetto al quale si sta lavorando insieme al Comune di Milano.

Trattasi, nello specifico, dell'integrazione tra la Trenord e l'Atm al fine di offrire più servizi con una qualità migliore e con una tariffa più bassa. E per quel che riguarda il trasporto pubblico locale, in risposta all'allarme lanciato da Legambiente, l'assessore Maurizio Del Tenno ha assicurato che non è a rischio alcun servizio bus.

A fronte di tanti contratti di servizio che sono in scadenza per la fine dell'anno, infatti, la continuità del servizio bus sarà garantita a fronte peraltro, in futuro, di un servizio integrato grazie al quale si supererà quella che è l'attuale divisione tra mezzi di trasporto urbani e bus extraurbani. In questo modo ci sarà un'ottimizzazione ed una razionalizzazione delle corse con un conseguente calo dei costi.  #Tutela ambientale