Il #Salento prova a destagionalizzare il suo #Turismo, mostrandosi sotto un altro aspetto che nulla ha da invidiare alle rinomate spiagge. Anzi, dalla sua porta la tranquillità e la pacatezza di un territorio che può offrire un ampio ventaglio di scelte, dove l'arte, la pietra, la cultura e la storia la fanno da padrone. E poi il mare, ancora, a fare da sfondo ad un territorio che non ne può prescindere, perché il mare nel Salento lo respiri anche se sei nell'entroterra, nei paesini immersi negli uliveti, o arroccati sulle serre.

Salento d'autunno

L'autunno salentino è mite, la vita, specie se ci si allontana dal suo capoluogo rallenta, diviene piacevole, a scandire il tempo rimane solo il sole, che va a dormire prima, ma che regala giochi di luci impossibili in estate.

Ecco un elenco di 10 posti che non bisogna assolutamente perdere in autunno nel Salento.

1) Lecce

Il capoluogo salentino è assolutamente da visitare. Almeno due giorni, per ammirare i vicoli, le piazze, le chiese e i palazzi. Da non perdere, Piazza Duomo e la chiesa di Santa Croce. Poi una passeggiata nel centro storico, in Piazza Sant'Oronzo e una tappa in qualche trattoria dove degustare piatti tipici.

2) Otranto

La città che domina la costa adriatica salentina, ricca di storia, un vero gioiello arroccato nelle sue mura. Da vedere assolutamente il castello e la cattedrale, dove riposano le ossa dei martiri cristiani e dove è presente il mosaico pavimentale più grande d'Europa, ricco di mistero e di significati allegorici. Nei dintorni vale la pena visitare le dismesse cave di Bauxite.

3) Gallipoli

La perla dello Jonio in autunno si mostra sotto un'altra veste.

I migliori video del giorno

La città smaltita la bornia estiva, torna ad essere accogliente, vivibile. Una passeggiata nei vicoli del borgo svelerà un altro volto di questa città e da qui ammirare il mare sarà pura poesia.

4) Leuca

Il punto più a Sud del Salento, dove l'Adriatico si sposa con lo Jonio. Un luogo che guarda lontano, oltre il mare, verso popoli e culture diverse. Da non perdere il faro, la cascata monumentale e le architetture religiose.

5) Torre dell'Orso e San Foca

Se volete 'ascoltare' il mare d'autunno queste località praticamente adiacenti, ve lo mostreranno sotto tutti i punti vista. Spiagge, pinete, porticcioli, grotte, scogliere, c'è solo da scegliere.

6) Maglie

La città di Maglie, è considerata il capoluogo del basso Salento. E come a Lecce il barocco domina l'architettura locale. Da non perdere, il campanile, la colonna, il duomo, le numerose chiese e Palazzo Capece.

7) Santa Cesarea Terme e Castro

Santa Cesarea possiede numerose ville ottocentesche di stile orientale. In rilievo Villa Sticchi e salendo su per paese il belvedere dove è possibile ammirare la costa fino a Santa Maria di Leuca.

Castro, 7 chilometri più a sud, è un antichissimo borgo di pescatori, molto caratteristico. La leggenda racconta che sia stato il punto di approdo di Enea in Italia. Da visitare il castello cinquecentesco, la Cattedrale e il Palazzo Vescovile.

8) Calimera

Paese facente parte del sistema culturale della Grecìa salentina, Calimera può stupire con la sua cultura e le sue tradizioni. Da visitare le chiede e i palazzi del centro e, poco fuori dall'abitato, l'imponente Sacra Roccia di San Vito, un grande blocco megalitico all’interno di un tempio cristiano.

9) Giurdignano

In questo piccolo paese vicino ad Otranto potete ammirare il giardino dei megaliti più grande d’Europa. Ben 23 snodati lungo un percorso di campagna. Di rilevanza storica anche il grandissimo frantoio ipogeo e la bellissima Cripta di San Salvatore, un posto magico, da non perdere.

10) Il tuo

Il Salento è vastissimo, e andrebbe davvero visitato tutto, non possiamo ridurre a 10 i posti da visitare, quando sarebbero almeno 100, quanti i campanili presenti nella zona. In questa posizione mettiamo tutto il resto, il mare, le campagne, la tradizione, la cucina, o quel posto imperdibile che è soggettivo per qualsiasi abitante del luogo o visitatore.

Benvenuti nel Salento! #Sport Lecce