'Pierre-Franck Chevet, presidente dell'Authority francese sulla sicurezza nucleare lancia l'allarme sulla situazione dei reattori francesi e afferma, in un'intervista al supplemento economico di Le Figaro, che "la situazione è diventata molto preoccupante"'.

Si è scoperto un eccesso di carbonio nell'acciaio della vasca del reattore pressurizzato europeo e questo ha innescato una serie di campanelli d'allarme sul da-farsi.

Considerando che moltissimi di questi impianti sono "datati", oggi più che mai urge una seria riflessione in merito all'utilizzo delle #centrali nucleari stesse.

Le energie rinnovabili sono la soluzione e questa è la tendenza che il mondo sta seguendo, c'è molta preoccupazione perchè il parco delle centrali in europa sta invecchiando e molti sono i governi in difficoltà finanziarie per porre in essere tutti quegli atti ed accorgimenti che diano grande ed ampia sicurezza.

Senza contare le centinaia di centrali disseminate nel resto del pianeta e questo pone un problema molto serio ed una soglia di attenzione molto bassa.

Poco viene fatto e scarsa è l'attenzione, complici i media tradizionali che chiosano questo argomento molto ostico.

Il ministero dell'ambiente ha segnato un buon input in merito alle rinnovabili che offrono risultati "accettabili" e sono perfettamente in linea con il trattato di Kyoto, il 2020 si avvicina e l'appuntamento a Marrakesh è stato molto importante.

Con questo accordo si parla di obiettivi comuni tra gli stati, tutti sono chiamati a operare per il bene del pianeta. Vengono stabilite norme da rispettare, limiti da non superare, scopi da raggiungere, risorse pubbliche e private da mobilitare.

La speranza è che il mondo che conta, i governi delle nazioni più industrializzate, possano "accettare" l'idea di invertire la tendenza, passare dal combustibile fossile al sole, accelerare lo sviluppo delle pale eoliche ed investire risorse e denaro pubblico affinchè si esca da questo dominio secolare.

Anche il settore automotive ha segnato una svolta ed il processo di adeguamento è partito- i modelli nuovi con tecnologia Hybrid ed elettrica segnano di fatto l'inizio di una nuova era.

Non ci resta che aspettare fiduciosi.

Segui la nostra pagina Facebook!