L'Italia resta uno dei paesi con il maggior numero di autoveicoli per abitanti. Un dato che naturalmente corrisponde esattamente al numero di polizze Rc Auto che ogni mezzo deve, per legge, possedere. L'assicurazione rappresenta una vera e propria tassa per quanti intendono avvalersi di un mezzo proprio per spostarsi. Cifre da pagare molto spesso indigeste e che spesso e volentieri negli anni sono state caratterizzate da sensibili aumenti a cui si è guardato con naturale sospetto. Non è un caso che, tra le pubblicità più ricorrenti sui media e in internet, ci siano quelle relative a compagnie che provano a convincere il consumatore che il loro eventuale preventivo sarebbe sinonimo di risparmio.

Indipendentemente dalle varie campagne promozionali, a partire da luglio potrebbero davvero registrarsi delle buone notizie per i possessori di mezzi e contraenti delle possibili polizze.

Assicurazioni: ecco cosa riserva dal futuro

Responsabili del caro-assicurazioni sono in buona parte anche i molti casi di sinistri denunciati, non sempre reali. Ecco perchè, a partire dal luglio 2018, ogni compagnia dovrà obbligatoriamente assicurare uno sconto ai guidatori più virtuosi. Si tratterà di quelli che si diranno disponibili ad accettare dei controlli preventivi, tesi ad accertare la condizione del veicolo al momento della sottoscrizione di una polizza. In particolare si fa riferimento all'eventuale disponibilità a permettere di ispezionare il proprio veicolo alla casa assicuratrice in modo tale da conoscere a menadito le condizioni di partenza ed eventualmente quelle determinate da un sinistro.

A questo si aggiungeranno come fruitori dello sconto obbligatorio tutti quanti si renderanno disponibili all'installazione di una "scatola nera" o di un dispositivo equivalente. E poi il prezzo della tariffa scenderà anche per chi si dirà pronto a permettere l'inserimento nella propria vettura di un sistema in grado di negare l'accensione del motore qualora si rilevasse un tasso alcolemico superiore alla norma da parte del guidatore.

Rc Auto: le altre cose da sapere

Non si tratterà di uno sconto a discrezione di agenti o assicurazioni, ma di un obbligo determinato da una pubblicazione avvenuta sulla Gazzetta Ufficiale.

Si tratta di un provvedimento mirato a tutelare gli automobilisti virtuosi delle così dette "province a rischio", caratterizzati da tariffe minate dall'alta "sinistrosità" del territorio. Molte volte a pagare sono stati anche i migliori e onesti guidatori, costretti a pagare in più per una situazione totalmente indipendentemente dal loro modo di guidare.