Il Calciomercato dell'Inter ha dato il via ad un'operazione di rinnovamento resosi necessario dopo lo scorso campionato che ha visto i nerazzurri classificarsi solamente al nono posto. La prima mossa è stata quella di ripartire da un nuovo allenatore e per questo è stato scelto Walter Mazzarri, tecnico che non ha mai fallito nelle piazze dove ha lavorato. Il cambio di modulo ha anche significato la caccia agli interpreti giusti, acquistati senza spese folli ma con investimenti mirati e oculati.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Serie A

L'obiettivo è innanzitutto quello di dare il via ad un nuovo ciclo che possa consentire di tornare ai livelli abbandonati, si spera momentaneamente, nell'annata conclusa solo pochi mesi fa.

I MOVIMENTI IN ENTRATA – Come detto acquisti mirati e possibilmente di prospettiva sui quali poter lavorare nel corso del tempo per una crescita che dovrebbe riportare l'Inter ai fasti di stagioni neanche troppo lontane. Sono giunti alla corte di Mazzarri due attaccanti giovani ma già rodati in Serie A come Mauro Icardi e Ishak Belfodil mentre a centrocampo Saphir Taider rappresenta un investimento per il presente e il futuro. Molto positivi i colpi piazzati sul mercato degli svincolati con Hugo Campagnaro e Marco Andreolli puntelli preziosi per il reparto arretrato e Ruben Botta che dovrà tornare dal prestito di Livorno pronto per un ruolo da protagonista in serie A.

LA STELLA – Samir Handanovic è stato uno dei pochi giocatori dell'Inter dello scorso anno la cui conferma per la stagione appena iniziata non è mai stata in discussione.

I migliori video del giorno

Cercato dalle big del calcio europeo, su tutte il Barcellona, l'estremo difensore sloveno è sempre stato dichiarato incedibile da Massimo Moratti che avrebbe potuto ricavare parecchie decine di milioni di Euro da una sua eventuale cessione. Grande abilità sui tiri dal dischetto e tra i pali Handanovic è considerato uno degli interpreti di maggior livello nel ruolo a livello mondiale e il suo impatto in una gara risulta spesso decisivo per i risultati della sua formazione.

ACQUISTI: Marco Andreolli (difensore, svincolato, Chievo), Ishak Belfodil (attaccante, comproprietà, Parma), Ruben Botta (centrocampista, svincolato, Tigre), Hugo Campagnaro (difensore, svincolato, Napoli), Alessandro Capello (attaccante, comproprietà, Bologna), Joseph Duncan (centrocampista, fine prestito, Livorno), Mauro Icardi (attaccante, definitivo, Sampdoria), Diego Laxalt (centrocampista, definitivo, Defensor Sporting), McDonald Mariga (centrocampista, fine prestito, Parma), Rolando (difensore, prestito, Porto), Saphir Taider (centrocampista, comproprietà, Bologna), Luca Tremolada (centrocampista, definitivo, Como), Wallace (difensore, prestito, Chelsea).

CESSIONI: Marco Benassi (centrocampista, prestito, Livorno), Ruben Botta (centrocampista, prestito, Livorno), Antonio Cassano (attaccante, definitivo, Parma), Alfred Duncan (centrocampista, prestito, Livorno), Walter Gargano (centrocampista, fine prestito, Napoli), Diego Laxalt (centrocampista, prestito, Bologna), Samuele Longo (attaccante, prestito, Verona), Ibrahima Mbaye (difensore, prestito, Livorno), Tommaso Rocchi (attaccante, fine contratto), Ezequiel Schelotto (centrocampista, prestito, Sassuolo), Matias Silvestre (difensore, prestito, Milan), Dejan Stankovic (centrocampista, rescissione consensuale).

PROBABILE FORMAZIONE (3-5-2): Handanovic; CAMPAGNARO, Samuel, Juan Jesus; WALLACE, Guarin, Cambiasso, Kovacic, Alvaro Pereira; Palacio, ICARDI. Allenatore: Walter Mazzarri (nuovo).