Come si prepara un mondiale? Scegliendo i calciatori "giusti" cioè quelli più adatti a mettere in pratica un determinato tipo di gioco e testando a fondo gli schemi non solo in allenamento ma anche in gare amichevoli, per curare i dettagli e mettere alla prova la reattività dei singoli al termine di una stagione lunga e logorante, specie per gli atleti che sono stati impegnati anche in ambito europeo, che non sono certo pochi.





L'Italia di Prandelli
parte alla volta del Brasile con una moderata ambizione: ben figurare e ritagliarsi un ruolo di splendida sorpresa che potrebbe portarla alle semifinali mondiali, un risultato che sarebbe già positivo considerando il valore di squadre come Brasile, Spagna, Germania, Argentina. Abbiamo ovviamente bisogno di  un pizzico di quella fortuna che ci ha sempre sostenuto quando abbiamo conseguito risultati davvero significativi in ambito internazionale.





Dopo il classico raduno di Coverciano, in programma lunedì 19 maggio del 2014, e dopo la partita con la Repubblica d'Irlanda, mister Cesare Prandelli "poterà", passateci questa espressione mutuata dal giardinaggio, la rosa dell'Italia, riducendola a soli 23 "petali".



Domenica 25 maggio 2014 i tifosi azzurri, mai sazi di calcio e delle sue grandi emozioni, potranno farsi un'idea del valore della loro squadra assistendo all'amichevole di cui sopra.

Si gioca a Londra, nella suggestiva cornice del Craven Cottage. Direttore di gara di questa Italia-Repubblica d'Irlanda del 31 maggio 2014 sarà Michael Oliver. Naturalmente non possiamo ancora ipotizzare quelle che saranno le formazioni di partenza. Dopo questa gara affronteremo anche il Lussemburgo a Perugia, con qualche interrogativo sulla reale utilità di un test del genere, che nei fatti sarà poco più di un allenamento (ma evidentemente vogliono evitarsi infortuni).





Come forse già saprete la partita d'esordio dei Campionati del mondo è per l'Italia quella contro l'Inghilterra, molto temuta per le oggettive difficoltà tecniche che essa presenta. Perdere all'esordio sarebbe un dramma per noi, costretti a battere il temibile Uruguay in gara 3 del girone eliminatorio. Contro gli inglesi giocheremo il 14 giugno 2014.

Vi ricordiamo quali sono i pre convocati azzurri:

Portieri: Buffon (Juventus), Perin (Genoa), Sirigu (Paris Saint Germain), Mirante (Parma);



Difesa: Abate (Milan), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Darmian (Torino), De Sciglio (Milan), Maggio (Napoli), Paletta (Parma), Pasqual (Fiorentina), Ranocchia (Inter);



Centrocampo: Pirlo (Juventus), Romulo (Verona), Verratti (PSG), Aquilani (Fiorentina), Candreva (Lazio), De Rossi (Roma), Marchisio (Juventus), Montolivo (Milan), Thiago Motta (PSG), Parolo (Parma);



Attacco: Immobile (Torino), Insigne (Napoli), Rossi (Fiorentina), Balotelli (Milan), Cassano (Parma), Cerci (Torino), Destro (Roma)

Tra questi nomi, dopo la gara contro la Repubblica d'Irlanda, ne resteranno solo 23.

La rivelazione azzurra di questi mondiali? Scommetteremmo su Alessio Cerci, molto tecnico e non troppo conosciuto in ambito internazionale: potrebbe sorprendere tutti con le sue accelerazioni improvvise.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto