La sfida andata di scena al San Siro ha evidenziato la leggera inferiorità dei rossoneri nei confronti dei campioni d'Italia. Da subito si è visto che questo Milan è sicuramente una squadra più compatta e motivata rispetto a quella vista nella stagione passata, ma non ancora al altezza di affrontare la Juventus. La partita è stata abbastanza equilibrata tra le due squadre, ma alla fine è stata premiata la squadra ospite per aver cercato più volte di portare a casa i tre punti.

Pubblicità
Pubblicità

Il Milan è stato troppo timido, troppo rispettoso verso questa Juve, pur giocando in casa sostenuto dal proprio pubblico, ha cercato poche volte la via della rete e per lunghi tratti di partita si e limitato a difendere cercando di colpire solo in contropiede. L'occasione migliore per i rossoneri è capitata sulla testa di Honda, che tra due difensori bianconeri e riuscito a staccare, ma Buffon si è fatto trovare pronto e ha respinto in modo acrobatico.

Pubblicità

La Juventus dopo i primi 25' minuti ha cominciato a macinare gioco e ha preso controllo della partita rischiando poco (solo su alcuni contropiedi). La prima vera occasione per aprire le marcature e capitata sui piedi di Llorente che dopo aver dribblato Muntari ha calciato su Abbiati. Poco dopo è Marchisio a centrare l'esterno del palo a sinistra del portiere rossonero, con un velenoso rasoterra.

Nella seconda metà di gioco non cambia nulla, con la Juventus che controlla la partita e gioco, mentre il Milan si limita a difendere, cercando di colpire con veloci contropiedi guidati dal fantasista Menez ed El Shaarawy (non al meglio delle condizioni fisiche).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Milan

Proprio quando la partita sembra andare verso la parità finale, e proprio L'argentino Carlos Tevez a mettere a segno l' unica rete della partita, servito dal colosso Francese Pogba (migliore giocatore della partita), che dopo aver difeso palla serve un assist d'oro al attaccante numero dieci che a due passi dalla porta riesce a battere Abbiati. Il Milan prova un timido cenno di reazione senza riuscire a pareggiare i conti.

La partita finisce con la vittoria meritata della Juventus e con un Milan che deve ancora migliorare sul livello di gioco e cercare di recuperare giocatori importanti come Fernando Torres e Montolivo.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto