Il derby della Mole numero centotrentanove finisce con il tripudio dei tifosi bianconeri allo Juventus Stadium. Al contrario delle ultime stracittadine torinesi, quella di ieri è stata veramente appassionante ed il merito maggiore va alla squadra sulla carta più debole, il Torino che non vince il derby da diciannove anni ed in classifica è staccato di diciannove punti dalla vetta.

Inizialmente il copione sembra quello degli ultimi anni, con i granata rintanati in difesa e la capolista tranquilla a macinare gioco. Infatti dopo soli quindici minuti di gioco passa in vantaggio la Juve su rigore realizzato da Arturo Vidal.

I tifosi del Toro temono di vedere la loro squadra subire inerme i bianconeri e sembrano già rassegnati, ma i giocatori non lo sono affatto, anzi reagiscono ed arrivano presto al pareggio poco prima della mezz'ora con un'azione strepitosa e solitaria di Bruno Peres, il quale prima di segnare con una bordata di destro salta nell'ordine Pogba, Vidal ed Evra con una corsa inarrestabile: questa è certamente una delle reti più belle che si siano mai viste in una stracittadina torinese e soprattutto rompe un digiuno di gol granata che durava dal febbraio 2002, più di dodici anni sono passati dal gol del due a due del francese Benoit Cauet in quell'incontro.

Una rete di così pregevole fattura restituisce finalmente la fiducia alla squadra granata che, viste le ultime prestazioni senza nerbo, sembrava averla smarrita.

I migliori video del giorno

In campo non si nota più la differenza tra la prima della classe e la quindicesima ed è proprio quest'ultima a rendersi più pericolosa mancando anche qualche occasione da rete. Sembra un controsenso ma il Torino, che si ritrova a giocare gli ultimi dodici minuti più il recupero in superiorità numerica per l'espulsione di Lichtsteiner, perde il coraggio dimostrato precedentemente e sembra accontentarsi del pareggio, risultato non disprezzabile in assoluto ma, visto l'andamento dell'incontro e le difficoltà della Juve, ci si aspetta un Toro molto più aggressivo. I bianconeri, anche se sono un po' sottotono, hanno campioni in grado di risolvere una partita in qualsiasi momento e la coppia Vidal-Pirlo confeziona un gol in velocità al novantatreesimo minuto quando l'arbitro sta per fischiare la fine. Il Toro nonostante la bella prestazione resta con un pugno di mosche e la soddisfazione di aver creato non pochi problemi alla prima in classifica. Per tentare di farle lo sgambetto tutto rinviato alla primavera 2015.