Comincia con una sconfitta il campionato della Juventus, che viene battuta da un'Udinese che avrebbe fatto la gioia del grande Nereo Rocco, noto inventore del catenaccio. I friulani hanno giocato in difesa alla vecchia maniera, utilizzando come arma d'attacco il contropiede. La tattica si è rivelata vincente e la Juventus è capitolata. Su questa partita ci ha messo di suo anche la squadra bianconera, che si è mossa in campo in maniera lenta e prevedibile.

In questa situazione, a poco può servire l'arrivo di un Cuadrado, se non si dispone di un calciatore dotato di capacità organizzative del gioco, che sappia inventare qualcosa che spiazzi gli avversari.

Primo tempo

Lo schieramento juventino ha visto la difesa con Buffon tra i pali e dinanzi a lui Barzagli, Chiellini e Bonucci, con Lichtsteiner ed Evra disposti a sostegno sulle fasce. A centrocampo Allegri dispone Padoin, Pereyra e Pogba, mentre in attacco propone la coppia Mandzukic e Coman.

L'Udinese presenta Karnezis come estremo difensore e in linea difensiva Piris, Danilo e Heurtaux. I difensori esterni sono Adnan e Edenilson. A centrocampo vengono schierati Bruno Fernandes, Iturra e Badu. In attacco Di Natale e dietro di lui Il francese Thereau. Lo scopo dell'Udinese è quello di addormentare il gioco e la tattica funziona a meraviglia, con la disposizione di un muro difensivo che di fatto impedisce alla Juventus di rendersi pericolosa.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

Nella prima frazione di gioco, un tentativo di Coman ed un altro di Pereyra non impensieriscono minimamente il portiere Karnezis. Quest'ultimo è in leggera difficoltà solo su un tiro di Lichtsteiner, ma nessun rischio su un colpo di testa di Mandzukic, che termina alto sulla traversa. L'unica azione d'attacco dell'Udinese è rappresentata da un tiro di Adnan che termina a lato della porta di Buffon.

Secondo tempo

Per la seconda frazione di gioco l'Udinese perde Badu, che viene sostituito da Kone. Nel frattempo, la Juventuscerca il gol con Pogba con un tiro dalla lunga distanza, ma senza successo. Poi è la volta di Pereyra, che però, a poca distanza dal portiere friulano, si fa togliere il pallone da Bruno Ferrnandes che si esibisce in una spettacolare acrobazia. Anche Pereyra prova a portare in vantaggio la sua squadra, ma il tiro è troppo debole.

Neanche con una mischia in area friulana gli juventini riescono ad andare in gol. L'ultima occasione capita a Pogba che spreca tutto dribblando più del necessario. A questo punto, al 33' arriva la punizione terribile dell'Udinese: Kone fa partire dalla destra un preciso traversone sul quale si avventa Thereau, che grazie ad una immobile difesa juventina, infila Buffon. Totalmente priva di consistenza la reazione della Juventus per pareggiare.

Al triplice fischio si chiude l'incontro con un'Udinese che porta a casa 3 punti meritatissimi, ed una Juventus che, partita male, dovrà già affrontare i difficili rivali della Roma.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto