C'è grandissima attesa per la partitissima tra Juventus e Napoli, big match che secondo alcuni deciderà la sfida scudetto. Mancano solo cinque giorni alla gara che vedrà affrontarsi la prima in classifica contro la seconda. La partita potrà influire moltissimo, soprattutto a livello psicologico. La Juventus arriva a questo importantissimo match in emergenza: contro il Napoli, infatti, mancherà quasi sicuramente Giorgio Chiellini, uno dei perni di Massimiliano Allegri, che verrà probabilmente sostituito da Rugani. Certa anche l'assenza di un altro giocatore molto importante per la Juventus, Mario Mandzukic, cheè ancora infortunato.

Molto probabilmente, poi, mancherà anche Sami Khedira: sarà infatti molto difficile che il tedesco riesca a recuperare per la sfida contro il Napoli.

Clamoroso attacco di Liguori alla Juventus

Sarà la sfida tra il miglior attacco (il Napoli ha segnato ben cinquantatrè gol) e la miglior difesa del campionato (la Juventus ha subito solo diciannove gol). Entrambe le squadre si trovano in un ottimo stato di forma; il Napoli, dopo un avvio di stagione titubante, sta esprimendo il più bel gioco della serie A e può schierare quello che al momentoè considerato uno degli attaccanti più forti del mondo: Gonzalo Higuain (ventiquattro gol in ventiquattro partite per lui). La Juve viene da quattordici vittorie di fila.

Sulla carta, dunque, ci si aspetta un match molto equilibrato. Non la pensa così il direttore di "Tgcom", Paolo Liguori, che ha espresso la sua opinione nel corso di "Radio Goal", trasmissione andata in onda su "Radio Kiss Kiss". Liguori ha attaccato molto duramente la Juventus. Ecco le sue parole: "Credo che il Napoli sia superiore alla Juventus e penso che sabato ci sarà un errore dell'arbitro a favore dei bianconeri.

Basta ricordare quanto successo qualche anno fa, quando Iuliano fece fallo su Ronaldo e l'arbitro non fischiò un rigore sacrosanto. Penso che se sarà designato Rizzoli, la certezza di un errore a favore dei bianconeriè praticamente matematica". Le parole di Liguori non hanno fatto di certo piacere ai tifosi bianconeri: ora il webè in bufera.