Terminati i play-out del girone C di Lega Pro con le retrocessioni della Lupa Castelli Romani, del Melfi e dell'Ischia, manca adesso solo il verdetto che decreterà la promossa in serie B. Intanto alcune società sono al lavoro per strutturarsi in vista della nuova difficile stagione di Lega Pro; tra queste vi è ilCatanzarodesideroso di disputare un campionato ambizioso.

La voglia di fare un campionato diverso dall'ultimo

L'ultima stagione per la compagine calabrese è stata piena di difficoltà.

Lasalvezzaè stata centrata all'ultima giornata grazie alla vittoria per 1 a 0 contro il Melfi; straordinario il pubblico in quella occasione, che affollò in quasi 7.000 gli spalti del "Ceravolo". Dopo la salvezza, nel Presidente Giuseppe Cosentinovi è stata la voglia immediata di ripartire e di programmare un rilancioin grande stile del Catanzaro. Il rilancio della società prevede un miglior rapporto con le istituzioni e per questo nei scorsi giorni la vicepresidente Gessica Cosentino ha incontrato il primo cittadino Abramo, con cui si è discusso delle problematiche dello stadio e di una futura concessione, che in questo caso va votata dal Consiglio Comunale.

Cosentino vuole far sì che il pubblico di fede giallorossa venga in massa al "Ceravolo" e per questo non ha perso tempo ed ha provveduto alla prima nomina.

La nomina del ds Preiti e il primo acquisto

L'11 maggio la società ha nominato comenuovo ds Antonello Preiti, nell'ultima stagione a Pagani. Il ds ha subito messo in chiaro che il progetto prevede in 2-3 anni il raggiungimento della serie B e che già da quest'anno sarà costruita una squadra all'altezza di una piazza importante come Catanzaro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Serie C

Il primo acquisto ufficiale è quello dell'esperto difensore Vito Di Bari, classe 1983, che nell'ultima stagione ha giocato con la Pistoiese; per lui contratto annuale. Il ds in questi giorni ha seguito la Final Eight Primavera e ha visionato diversi giovani calciatori che potrebbero interessare alla causa giallorossa.Il proprietario della Gicos dal 2011 ad oggi ha speso milioni e milioni di euro, senza però riuscire a raggiungere l'obiettivodella serie B;Giuseppe Cosentino per tale ragione non ha voluto illudere i tifosi e ha chiarito come la categoria superiore la si voglia raggiungere in 2-3 anni con una crescita graduale anno dopo anno.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto