Nella tarda mattinata di oggi Giovanni Stroppa ha risposto alle domande dei giornalisti presenti nella sala stampa dello stadio Zaccheria "Antonio Fesce", prima della trasferta di Melfi.

“C’è voglia di reagire dopo la sconfitta contro l'Unicusano Fondi – ha esordito il tecnico – Io so che nel bene o nel male qualche critica la ricevo sempre, ma ho le spalle grosse e vado avanti per la mia strada. Sono sereno perché i miei calciatori mi danno la possibilità di esserlo e vedo in loro la voglia di riscatto e nessuno sta remando contro di me: Vacca ha un problema alla schiena ma ha sempre giocato, Sarno invece per me sta facendo benissimo ed era tra quelli che a fine partita piangevano.

Sicuramente questi due ragazzi hanno sempre giocato con testa alta e massima professionalità, poi si possono valutare le prestazioni”.

Sulla partita persa 2-3 conto l’Unicusano Fondi poi aggiunge: “Abbiamo perso, ma abbiamo creato 12 occasioni da gol, quindi vuol dire che qualcosa c’è. Si deve guardare avanti anche se, naturalmente, non siamo affatto felici del risultato. Di certo dobbiamo migliorare in alcune situazioni, come quelle che ci hanno portato a subire il primo ed il secondo gol, ma essendo l’allenatore sono io il primo responsabile quando qualcuno sbaglia”.

Il mister risponde poi a chi negli ultimi giorni aveva affermato che la società lo avesse lasciato solo nella conferenza post-partita: “Io non sono mai venuto in conferenza con i dirigenti. Vi posso garantire che ci confrontiamo spesso e che li sento vicinissimi. Quando hanno organizzato l’incontro con i calciatori (dopo il pareggio contro la Casertana per 1-1, ndr) io ero stato il primo ad essere invitato, ma ho preferito lasciare la squadra libera di potersi esprimere”.

A differenza delle passate conferenze stampa, Stroppa commenta poi la situazione dei vari infortunati: “Letizia sta facendo un esame per poter capire che tipo di problema abbia. Gerbo ha una distorsione al collaterale allo stesso ginocchio al quale si era già infortunato, ma i tempi dovrebbero essere più brevi rispetto a quella volta. Agazzi si è stirato mentre Mazzeo ha avuto una ricaduta, anche se potrebbe tornare ad allenarsi dalla prossima settimana.

Coletti invece soffre l’infiammazione del tendine rotuleo di entrambe le ginocchia e si siederà in panchina, così come Empereur che ha invece recuperato dal suo problema. Sicuramente siamo in emergenza, anche se recuperiamo Padovan dopo i due turni di squalifica”.

L’allenatore dei “Satanelli” concede poi il titolo alla stampa: “Vinceremo il campionato. Sono così carico perché squadra e società mi danno delle certezze e sono sicuro che questa sia la strada giusta. Ringrazio anche i tifosi, è vero che ci hanno fischiati dopo il termine della partita contro il Fondi, ma prima ci hanno incitato al massimo durante i 95 minuti di gioco, dimostrando di essere stati vicini alla squadra”.

L’attenzione vira poi sul Melfi: “Sono una squadra che sta bene e corre molto. Giocano in un campo che è piccolo e sarà difficile perché loro sono abituati a farlo. Sicuramente siamo superiori a livello tecnico ma dobbiamo stare attenti ad evitare errori. Bitetto è un allenatore esperto e di categoria, ha creato una squadra che bada al sodo e che spesso verticalizza velocemente”.

Segui la pagina Calciomercato
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!