Chi l'avrebbe mai detto? Arrivato nell'ultimo giorno di Calciomercato della sessione estiva, è diventato in poco meno di sei mesi, uno dei punti di riferimento della squadra allenata da Bucchi che anche, oggi, l'ha ripagato con una gol da fantascienza. Una magia di tacco che si candida a diventare, a breve, il gol più bello della Serie B per la stagione 2016/2017. I numeri sono limpidi ed i risultati sono davanti gli occhi di tutti. Nicastro s'è preso per mano il Perugia con il chiaro intendo di portarlo nella massima serie. Non è una minaccia, ma sembra essere una bella promessa.

I tifosi biancorossi stanno vivendo un bel sogno e dopo la vittoria nel sentito derby umbro contro la Ternana vinto di misura (0-1) con una prodezza del bomber nisseno sembrano non abbiano voglia di risvegliarsi. Fin qui, l'attaccante originario di Campofranco è stata la vera "provvidenza" dei grifoni grazie ai suoi sei gol all'attivo e ben quattro assist vincenti, in appena sedici gare disputate con la media personale di una rete ogni due partite. Numeri da capogiro per il 25enne, ex Juve Stabia, dove lo scorso anno collezionò la sua miglior stagione da professionista con 11 gol stagionali.

Nicastro-Perugia, è un binomio vincente

Con Nicastro in campo e senza infortuni, la media-punti del Perugia è davvero altissima.

Più di due punti a partita dove undici punti (vittorie con Spal, Pisa, Ternana e pareggi con Trapani ed Hellas Verona) su trentotto punti finora incamerati dalla squadra perugina (sesta in classifica) portano la firma dell'attaccante. Un gran bottino e tanti gol "pesanti" per un calciatore che, quest'anno, era solo all'esordio assoluto nel campionato "cadetto".

Partito in sordina avendo fatto la preparazione atletica con il Pescara e con evidenti gerarchie nel reparto avanzato grazie al sacrificio, all'abnegazione ed alla rabbia agonistica ha conquistato davvero tutti nel vero senso della parola. Dapprima, il tecnico dei grifoni che l'ha voluto fortemente con se, poi i compagni di squadra e infine i tifosi che ora sono "pazzi" di lui e delle sue magie sotto porta con quel sinistro chirurgico.

Un feeling nato da subito e consolidato a suon di gol e caparbie prestazioni che ne hanno fatto già l'idolo dei tifosi umbri che da qualche mese nella sua pagina ufficiale di facebook l'hanno ribattezzato "Nicastrone" per via della sua stazza e della sua valenza nelle difese avversarie. La dirigenza del Perugia è molto contenta del giocatore e se arriverà la sospirata Serie A, a fine stagione, il club biancorosso del presidente Santopadre potrebbe decidere di esercitare il diritto di riscatto visto che il giocatore è bene ricordarlo risulta di proprietà della squadra abruzzese. I prossimi mesi saranno decisivi e intanto il Grifo va e si gode Nicastro.