Il presente si chiama Barcellona, ma la Juventus è già proiettata verso la prossima stagione. Nonostante l'affascinante accoppiamento dei quarti di finale di Champions League che vedrà i campioni d'Italia affrontare Messi e compagni, la dirigenza bianconera accelera, tralasciando i sogni di gloria che potrebbero scaturire dal doppio confronto con i catalani per concentrarsi sul futuro della Vecchia Signora.

Calciomercato Juventus: dubbi sulla permanenza di Allegri

Il nodo da sciogliere per i quadri juventini riguarda soprattutto la guida tecnica per il prossimo anno: continuano, infatti, le voci di mercato che vorrebbero Allegri sempre più tentato dalle sirene inglesi dell'Arsenal. Dopo venti stagioni alla guida dei Gunners Arsene Wenger potrebbe abdicare e secondo i media inglesi sarebbe proprio l'attuale allenatore della Juventus il candidato numero uno scelto dalla società di Londra.

Allegri non ha mai sciolto i dubbi sul suo futuro, preferendo concentrarsi sul campo, in una stagione in cui la Juventus può ambire a trionfare in tutte le competizioni che la riguardano. Lo scenario incerto ha di fatto dato il via ad un vero e proprio toto-allenatori.

Spalletti in pole per sostituire Allegri

Nei giorni scorsi sono circolati tanti nomi come possibili soluzioni per la panchina della Juventus: Maurizio Sarri, Paulo Sousa ed Eusebio Di Francesco i più probabili.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Calciomercato

Nelle ultime ore però, sembra avanzare prepotentemente la candidatura di Luciano Spalletti. Secondo quanto riportato da Calciomercato.it, l'allenatore di Certaldo avrebbe scalato posizioni nell'indice di gradimento del dg Marotta, il quale ha già lavorato con il tecnico ai tempi del Venezia di Zamparini. Il coah della Roma non ha mai fatto mistero che si trasferirebbe senza problemi a Torino, inoltre, il rapporto non idilliaco con la stampa romana potrebbe spingere Spalletti a cambiare aria.

L'ex-Zenit, tra l'altro, ha più volte sostenuto che difficilmente sarebbe rimasto sulla panchina giallorossa se non fosse riuscito a portare a casa almeno un titolo nella stagione attuale. Le critiche di Pallotta dopo la sconfitta contro il Napoli e il mancato accordo sul rinnovo di contratto, poi, autorizzano il calciomercato a formulare diversi scenari.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto