In una intervista rilasciata ai microfoni del Corriere dello Sport, Fabio capello ha parlato anche della prossima stagione di Serie A individuando nell'Inter la più accreditata rivale della Juventus nella contesa per lo scudetto. L'ex allenatore, tra le altre, di Roma, Milan e Real Madrid si è così espresso sul club nerazzurro: "Sull'Inter dico che sarà l'avversaria numero uno della Juventus nella corsa allo scudetto.

Suning - ha proseguito - ha risorse economiche e Pioli sfrutterà le conoscenze acquisite in questi mesi per dare le indicazioni necessarie ad acquistare i giocatori giusti".

In effetti, con Roma e Napoli non ancora al livello dei bianconeri dopo cinque anni di "assenza" delle compagini milanesi, la società di Corso Vittorio Emanuele può contare sulla notevole disponibilità economica del gruppo Suning per allestire una squadra molto forte che, in breve tempo, possa tornare a competere per lo scudetto e per traguardi ambiziosi anche in campo europeo.

Inoltre la conferma di Stefano Pioli quale allenatore dell'Inter può rappresentare un vantaggio enorme per i nerazzurri, poiché in quasi un anno di tempo il tecnico ha potuto conoscere a fondo l'ambiente interista e maturare l'esperienza giusta per migliorare il rendimento dei suoi giocatori.

Fabio Capello e l'Inter, un matrimonio mancato

In passato Fabio Capello è stato molto vicino ad allenare il club nerazzurro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Inter

Il matrimonio si sarebbe potuto verificare nell'estate 2006, quando l'allora presidente Massimo Moratti aveva pensato di sostituire Roberto Mancini con il tecnico friulano: poi ci fu lo scandalo Calciopoli e venne a galla tutta la verità sulla Juventus, di cui Capello è stato allenatore dal 2004 al 2006. Moratti decise di ripensarci e di concedere ancora piena fiducia al "Mancio", peraltro ripagata notevolmente con la conquista di tre scudetti, due Coppe Italia e due Supercoppe Italiane.

L'allora allenatore dei bianconeri lasciò Torino per accasarsi di nuovo a Madrid, dove con il Real vinse la Liga.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto