L'Inter di Stefano Pioli era chiamata a battere la Sampdoria per accorciare le distanze dal Napoli, nel tentativo di agguantare quel terzo posto che garantirebbe la qualificazione alla prossima edizione della Champions League. I nerazzurri però, hanno fallito clamorosamente l'appuntamento, perdendo 2-1 in casa contro la Sampdoria di Marco Giampaolo ed hanno detto definitivamente addio ad ogni sogno di gloria.Ora la squadra allenata da Stefano Pioli dovrà fare la corsa su Atalanta e Lazio, nel tentativo di acciuffare un posto utile per l'Europa League.

Il calendario però, non aiuta i nerazzurri che dovranno affrontare Milan, Lazio, Napoli e Fiorentina, in un finale di stagione che si preannuncia in salita per la squadra meneghina. In questo momento anche la posizione di Stefano Pioli appare piuttosto traballante, con l'ex allenatore della Lazio non più certo di restare sulla panchina dell'Inter anche nel corso della prossima stagione.

Inter-Sampdoria: scoppia il caso Gabigol, il brasiliano si infuria con Pioli

La sfida contro la Sampdoria ha generato molta delusione nei quasi 50.000 spettatori di San Siro e in tutto il popolo nerazzurro.

La delusione però è un sentimento che ha coinvolto anche chi si trovava in panchina. Secondo quanto riportato da "Premium Sport" infatti, Gabigol non avrebbe preso affatto bene la scelta di inserire Joao Mario - come ultimo cambio al 78′ - al punto da scalciare una bottiglietta vicino alla panchina e buttare la pettorina per terra.

Il calciatore brasiliano è stanco di non essere preso in considerazione da Pioli e ritiene di meritare maggiore considerazione dal tecnico della Beneamata. Dopo il gol realizzato contro il Bologna infatti - rete che è valsa i tre punti per l'Inter - l'attaccante brasiliano è scomparso dai radar, non mettendo quasi mai piede in campo nelle restanti uscite della squadra nerazzurra. Dunque la gestione di Gabigol rappresenterà un ulteriore problema per Stefano Pioli, ora sprofondato al sesto posto, a tre punti dall'Atalanta di Gasperini.