E' giusto premettere che, molti tifosi milanisti, vorrebbero la permanenza di Montella anche per la prossima stagione dopo il buon lavoro che ha svolto ad ora. Con una rosa priva di grandi nomi, infatti, è riuscito a dar fastidio alle grandi ma soprattutto ha costruito un ambiente sapendo valorizzare giovani speranze, portandolo persino alla vittoria della Supercoppa italiana. La brutta gara contro il Pescara ha allontanato l'obiettivo Europa, però ci saranno otto giornate per provarci e anche se non si realizzasse, non di certo se ne potrà dare colpa all'allenatore.

Quello che sarà importante è che, a Closing avvenuto, le parti si incontrino per parlare di come potrà cambiare il futuro del club. L'allenatore campano vorrà delle garanzie per il rilancio del Diavolo e, nella malaugurata ipotesi di contrasti con i nuovi personaggi al vertice, potrebbe fare le valigie. Dal portale calciomercato.it, si fanno nomi di possibili eredi. Tra questi si è fatto quello di Maurizio Sarri, visto che, la sua permanenza a Napoli, è messa in dubbio dai non idilliaci rapporti con il presidente De Laurentis. L'altro nome speso è quello di Roberto Mancini, attualmente senza squadra e che conosce molto bene i futuri uomini di mercato rossoneri, Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli, per averci lavorato assieme ai tempi dell'Inter.

Quest'ultimo però, dai tifosi non sarebbe tanto gradito, visto i suoi precedenti trascorsi in nerazzurro.

Scambio di panchine tra Roma e Milan?

C'è incertezza anche sul rinnovo del tecnico dei giallorossi Luciano Spalletti, da qui l'affascinante ipotesi di uno scambio di panchine tra lo stesso Spalletti e Montella. Quest'ultimo dal canto suo vorrà delle certezze dal punto di vista societario sul progetto e sulla futura squadra che ancora, a causa della telenovela closing, non ci sono.

Di un possibile arrivo in rossonero del tecnico toscano è stata fatta menzione dal portale calciomercato.it. Insomma, si tratterebbero di congetture dovute all'incognita della nuova proprietà milanista ma, nel calcio come nella vita, tutto o quasi, può realizzarsi.