Allegri ha dichiarato che la Juventus deve entrare stabilmente tra le prime otto d'Europa e in questo senso la società sembra in perfetta sintonia con il tecnico. La strategia di Calciomercato sembra chiara: anticipare le altre società e fare man bassa dei migliori giovani in circolazione, che spesso vengono lasciati un altro anno in prestito per farsi le ossa (Caldara, Orsolini, Spinazzola, solo per citarne alcuni), e chiudere il mercato in anticipo con pochi innesti per dare ancora più qualità ad una rosa già ampiamente competitiva, magari soffiandoli alla "concorrenza", come fatto l'anno scorso con Higuain e Pjanic.

Pubblicità
Pubblicità

Si cerca l'erede di Buffon sul calciomercato

Ma analizziamo la rosa ruolo per ruolo. Sembra quasi impossibile prenderli singolarmente, perché in questi anni la BBBC (Buffon, Bonucci, Barzagli, Chiellini) è stata la base di questa Juventus devastante e, nonostante il portierone sia come un buon vino, che migliora invecchiando, le primavere iniziano ad essere tante e ci si guarda intorno per trovare un degno sostituto, impresa molto delicata.

Pubblicità

Nonostante ci sia interesse per il giovanissimo Donnarumma, il quale con il Milan alla soglia dei 18 anni è stato uno dei migliori in questa stagione, sembra che l'attenzione si sia focalizzata su Meret, che con la SPAL ha da poco conquistando la promozione nella massima serie. Filtrano però indiscrezioni sull'interesse per il portiere polacco della Roma Szczęsny, andando a confermare la strategia di prelevare i migliori giocatori dalle dirette concorrenti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Serie A

BBC in là con gli anni, ma le alternative sono già in bianconero

Per la difesa stesso discorso: i tre gladiatori hanno ormai oltrepassato la soglia dei 30 anni (Bonucci 30, Barzagli 36, Chiellini 32), ma al centro la Juventus può stare tranquilla. È stato appena riscattato Benatia dal Bayern Monaco, in rosa c'è a disposizione Rugani, che giocherebbe titolare praticamente in ogni difesa, cresciuto anche lui e dimostratosi molto affidabile quando è stato chiamato in causa.

Inoltre a gennaio è stato bloccato il difensore-goleador Caldara, autore con la sua Atalanta di una stagione memorabile, (7 gol per lui, 4° posto per l'Atalanta). Per quanto riguarda le fasce, con Alex Sandro sulla sinistra la Juventus sembra coperta per almeno un decennio (a meno di offerte indecenti) e pare che Asamoah vada verso la conferma, anche se il quotidiano francese l'Equipe afferma che il monegasco Lemar sarebbe una priorità del club bianconero.

Pubblicità

Calciomercato Juve, Allegri vuole De Sciglio

Sulla destra la questione è diversa: Dani Alves in queste ultime partite è stato straripante in posizione avanzata e quando non è stato utilizzato Lichsteiner (che sembra in partenza), Barzagli ha giocato decentrato o si è giocato con il 3-4-2-1, schieramento che avrebbe in mente Allegri per sabato. Anche in questo caso la società si è mossa per tempo: sembra ormai fatta per De Sciglio, pupillo di Allegri, per il quale dovrebbe chiudersi la trattativa intorno ai 12 milioni di euro, con la possibilità di avere un giocatore duttile che può giocare su entrambe le fasce.

Pubblicità

A centrocampo il sogno è Iniesta

Nonostante le garanzie che sta dando Khedira e il recupero di Marchisio, che ultimamente quando è stato chiamato in causa ha fatto sempre benissimo, la Juventus è in forte pressing sul Lione per assicurarsi le prestazioni di Tolisso, in passato vicino al Napoli. Come seconda scelta c'è Fabinho del Monaco. Inoltre si cerca un regista che all'occorrenza possa sostituire l'ormai inamovibile Pjanic ed è sempre a Trigoria che si vuole pescare: Paredes è un profilo giovane ed interessante che andrebbe a rinforzare ulteriormente il centrocampo. Da non sottovalutare il pressing che Dani Alves sta esercitando sul vecchio compagno di squadra Iniesta, che sembra voler lasciare il Barcellona.

La Juventus vuole Schick e Bernardeschi

Dato che quest'anno Pjaca si è infortunato ad un ginocchio, i tre davanti non hanno avuto mai tempo per rifiatare, soprattutto dopo la svolta tattica e l'impiego di Mandzukic sulla fascia sinistra con Dybala a supporto del connazionale Higuain. La Juventus cerca quindi innesti di prima qualità, andando a pescare nel ricco serbatoio della Serie A: i profili giusto sembrano i talentuosi Schick e Bernardeschi, che quest'anno si sono messi in luce rispettivamente con le maglie di Sampdoria e Fiorentina. Per il primo la Juve è disposta a pagare la clausola rescissoria di 25 milioni di euro, mentre per il secondo si parla addirittura di un budget di 50 milioni. Ricordiamo inoltre che la vecchia signora si è già assicurata il cartellino di Cuadrado dopo il prestito dal Chelsea, sborsando 20 milioni di euro. Quest'anno si cercano ricambi di assoluto livello per i titolari in là con gli anni e si vuole allungare la panchina in termini di qualità. La cosa che fa più impressione è che diversi colpi sono già stati chiusi o sono in dirittura d'arrivo. E la Juventus deve ancora giocare la finale di Champions.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto