Quella di ieri sera contro l'Udinese è stata molto probabilmente l'ultima partita con la maglia dell'Inter per l'esterno croato, Ivan Perisic. L'ex calciatore del Wolfsburg, infatti, verrà ceduto al Manchester United per sistemare definitivamente il bilancio entro il 30 giugno, rispettando i paletti imposti dal Fair Play Finanziario, dopodichè Suning potrà scatenare tutta la propria potenza economica, a partire dal 1 luglio.

Il club nerazzurro ed i Red Devils, stando a quanto riportato dal Sun, avrebbero trovato l'accordo per il suo trasferimento, sulla base di quaranta milioni di sterline, circa quarantasei milioni di euro, mentre per il calciatore sarebbe pronto un ricco contratto da centomila sterline a settimana.

Le basi per l'affare sono state gettate alla fine di marzo quando, in occasione degli impegni della nazionale croata, il tecnico del Manchester, Josè Mourinho, si è recato a Zagabria per incontrare personalmente l'entourage del calciatore. Ora, due mesi dopo, sigillata la qualificazione alla prossima Champions League tramite la vittoria dell'Europa League, il club inglese ha potuto compiere l'affondo decisivo per strappare il croato ai nerazzurri.

Una cessione che permetterebbe all'Inter di mettere a segno una cospicua plusvalenza visto che i nerazzurri hanno acquistato Perisic dal Wolfsburg nell'estate del 2015, negli ultimi giorni di agosto dopo un lungo tormentone di mercato, andando a versare nelle casse del club tedesco diciotto milioni di euro.

Grazie all'ammortamento questa cessione permette di realizzare una plusvalenza di circa trentacinque milioni di euro.

Caccia al sostituto

Ufficializzata la cessione di Perisic e sistemati i conti con il Financial Fair Play, l'Inter si metterà alla ricerca di un sostituto all'altezza. Un sostituto che sarebbe stato individuato nel fantasista argentino del Paris Saint Germain, Angel Di Maria.

L'ex Manchester United è in rotta con l'ambiente parigino e vorrebbe essere ceduto e la trattativa tra Psg ed Inter sembra ben avviata sulla base di cinquanta milioni di euro. Resta da trovare l'accordo sull'ingaggio dell'argentino che, attualmente, percepisce nove milioni di euro a stagione fino al 2019. Suning, però, è pronto ad offrire un contratto quadriennale a sette/otto milioni di euro a stagione andando, dunque, a spalmare l'attuale ingaggio su più anni oltre ad un leggero aumento.

Di Maria sarebbe utilissimo anche grazie alla sua duttilità visto che è in grado di giocare in tutti e tre i ruoli dietro la punta nel 4-2-3-1.