Una spicciolata di partite e poi i campionati di mezzo mondo scriveranno la parola fine sulla stagione 2016/2017. Quella vinta in Italia dalla Juventus tanto per intenderci. Ma la conclusione delle regoular season coincide anche con l'inizio del calciomercato. Che per la nostra serie A parte a spron battuto con il rientro di molti giocatori, sparsi per l'Europa, alla casa madre. Si tratta di quegli atleti che, per un motivo o per un altro, sono stati ceduti in prestito e contrattualmente sono ancora di proprietà della squadra che ha provato a 'sbolognarli'.

Le milanesi

In casa Inter, ad esempio, i pezzi pregiati pronti a tornare in nerazzurro sono fondamentalmente due: Andrea Ranocchia, partito alla volta della Premier League nelle fila dell'Hull City appena retrocesso, e Stevan Jovetic, attaccante in prestito al Siviglia. Due storie ben diverse dato che il difensore italiano è pronto a ritornare in Inghilterra per una decina di milioni - mentre l'attaccante montenegrino difficilmente verrà riscattato dal Siviglia che dovrebbe versare la bellezza di 13,5 milioni nelle casse dell'Inter e pagare al calciatore un ingaggio di oltre 3 milioni di euro più relativi bonus.

In questo senso Jovetic potrebbe restare in Spagna solo se l'Inter rivalutasse il prezzo del cartellino o lo facesse restare un'altra stagione in prestito. Ma i nerazzurri sono pronti a riaccogliere a Milano anche giovani talenti come Caprari, prestato al Pescara, Manaj, di ritorno dal Pisa, e Gnoukouri, che all'Udinese non ha trovato il giusto spazio a causa di problemi cardiaci.

Discorsi simili a quelli dell'Inter si possono fare per il Milan.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Juventus Inter

Di ritorno in quel di Milanello c'è sicuramente M'Baye Niang che dopo 16 prezenze e 2 gol non ha convinto il Watford - club allenato da Walter Mazzarri - a riscattarlo. Oltre al 22enne attaccante francese, Vincenzo Montella - sempre se dovesse restare sulla panchina rossonera - potrà nuovamente contare anche su Ely (Alavés, 11 presenze e 1 gol), José Mauri (Empoli, 15 presenze) e Hachim Mastour (PEC Zwolle, 5 presenze).

Le romane

Scendendo verso la Capitale il primo nome che balza agli occhi è quello di Seydou Doumbia. L'attaccante della Roma è pronto a tornare dal prestito al Basilea dove ha segnato 17 gol in 31 partite. Gli svizzeri, tuttavia, non sembrano disposti a pagare il riscatto fissato superiore ai 6 milioni e il nuovo ds Monchi parrebbe intenzionato a proporre il giocatore ivoriano ad altre squadre. Discorso simile per Iturbe dato che il Torino non sarebbe intenzionato a pagare i 12 milioni per riscattare l'esterno ex Porto e Verona.

Potrebbe al contrario concretizzarsi il discorso Vainqueur al Marsiglia per circa 3 milioni.

Per quanto riguarda la Lazio, Lotito e Tare stanno lavorando alacremente per raggiungere un accordo con l'Atalanta per la cessione definitiva di Berisha. I biancocelesti chiedono 7 milioni, i bergamaschi non vorrebbero superare i 4 milioni. Discorso Cataldi: il centrocampista è destinato a tornare dal Genoa per restare.

Soprattutto se, a quanto pare, Biglia dovesse andare a giocare nel Milan. Tare dovrà capire anche che cosa fare con i rientranti Kishna, corteggiatissimo dal Lilla intenzionato a versare nelle casse della Lazio 10 milioni, e Morrison il cui destino rimane invece più incerto.

Napoli e Juventus

Torppo esose le richieste del Napoli per i suoi giocatori in prestito che, con ogni probabilità torneranno a vestire la maglia azzurra. Ecco che a Castelvolturno torneranno i vari Zuniga (Watford), Grassi (Atalanta), De Guzman (Chievo) e Zapata (Udinese). E la Juventus? I bianconeri campioni d'Italia hanno diverse gatte da pelare. Non Caldara, acquistato dall'Atalanta e che resterà a Bergamo sino alla fine della stagione 2017/2018 per poi approdare alla corte di Max Allegri (sempre se sarà ancora lui il tecnico dei sei volte vincitori del titolo tricolore). Marotta e Paratici stanno anche cercando di capire come gestire i rientri di Nicola Leali, ai margini nell'Olympiakos, Pol Lirola, pronto a tornare alla casa madre dopo una buona stagione al Sassuolo, e Mame Thiam, che non ha molto impressionato nella sua annata ad Empoli. Poi la Juventus dovrà gestire, come molte altre squadre, i tantissimi giovani sparsi nel campionato italiano e in tutte le sue categorie: dal terzino Luca Barlocco, in prestito all'Alessandria in Lega Pro, sino ad Andres Tello dell'Empoli.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto